Tieni d’occhio il cellulare: la prossima settimana potresti ricevere anche tu questa telefonata inattesa

Pubblicato il giorno

da Gianluca Merla

nella categoria: News

Fai davvero molta attenzione al tuo cellulare. Potresti ricevere anche tu questo messaggio la prossima settimana

Nelle prossime settimane è prevista un’esercitazione di sicurezza che potrebbe coinvolgere moltissimi cittadini, in questo momento ignari di tutto.

Messaggio su cellulare
Forse ti arriverà questo messaggio sul cellulare – Machedavvero

Se vivi in Piemonte, infatti, la prossima settimana potresti ricevere un messaggio per via del test IT-alert. Si tratta del nuovo e innovativo sistema di allarme pubblico nazionale che sta per essere testato su tutto il territorio nazionale. Questa volta, però, a squillare saranno i cellulari dei cittadini piemontesi.

Ecco quale messaggio potresti ricevere la prossima settimana

Da giovedì 14 settembre alle ore 12 è previsto il test di prova da parte di It-alert. Il sistema di allarme pubblico nazionale, infatti, verrà testato facendo emettere un suono distintivo con un messaggio. Nel testo si leggerà “Avvisi di emergenza. IT-Alert. Questo è un messaggio di test del sistema di allarme italiano. Una volta operativo ti avviserà in caso di grave emergenza. Per informazioni vai sul sito www.it-alert.it e compila il questionario”. Dunque si tratterà di una prova e non vi è nulla da temere. Il sistema, infatti, avviserà quando non si tratterà di un test e sarà presumibilmente più esplicito nel farlo capire.

Messaggio su cellulare
Parte il test di prova per il sistema di allarme nazionale – Machedavvero

Quando riceverai il messaggio del test di prova, non dovrai fare altro che sbloccare il cellulare. Ti basterà toccare lo smartphone sulla notifica, in modo da confermare la ricezione. Successivamente sarà anche possibile completare il questionario disponibile sul link che verrà allegato al messaggio ricevuto. In questo modo si forniranno maggiori informazioni e indicazioni al sistema gestito dalla Protezione  civile, in modo da verificare la corretta riuscita del test. Ogni parere degli utenti, dunque, sarà una risorsa in più per migliorare lo strumento di sistema di protezione nazionale. Dopo la fase di sperimentazione, quindi, il sistema sarà in grado di informare i cittadini in tempo reale riguardo possibili scenari di competenza del Servizio nazionale di protezione civile, come ad esempio incidenti nucleari, emergenze radiologiche, precipitazioni intense, incidenti industriali, ecc.

L’iniziativa interesserà i cittadini del Piemonte – per questa fase di test – e gli enti della Regione hanno già garantito la massima collaborazione. Il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, ha invitato tutti i cittadini che riceveranno il messaggio di allerta a partecipare al test. Questo perché, continua Cirio, il sistema si rivelerà uno strumento utile per salvare vite umane e beni nel caso in cui ci dovessero essere dei gravi eventi meteorologici.

Impostazioni privacy