Nuovo bando Inps con assegno di frequenza e contributi formativi: requisiti e beneficiari

Pubblicato il giorno

da Claudio Garau

nella categoria: News

Novità in tema di assegno di frequenza e contributi formativi, visto che è online il relativo bando Inps 2023. Ecco cosa sapere a riguardo.

Una nuova iniziativa è stata lanciata dall’istituto di previdenza nel suo sito web, e resa nota con una news ad hoc nel portale web dell’istituto. Ebbene, l’ente della previdenza ha pubblicato su internet il bando di concorso assegni di frequenza e contributi formativi, riferito ai risultati ottenuti nell’anno scolastico 2022/23. Ad avvalersi degli assegni di frequenza saranno specifiche categorie di persone, come individuate dal relativo bando ed, analogamente, varrà per i contributi formativi.

Inps, nuovo bando con agevolazioni
Inps, nuovo bando con agevolazioni. Ecco cosa sapere (Machedavvero.it)

Vediamo un po’ più da vicino questa nuova iniziativa di Inps ed alcuni aspetti chiave del nuovo bando, quali sono i requisiti ed entro quando fare domanda. I dettagli.

Caratteristiche bando 2023 Inps assegni di frequenza

Detto bando prevede- dicevamo – assegni di frequenza e contributi formativi ai figli di iscritti alla Gestione Assistenza Magistrale. Non sono cumulabili tra loro.

Per quanto riguarda i requisiti di accesso al bando Inps assegni di frequenza, l’interessato/a deve avere i requisiti che seguono:

  • frequenza, nell’anno scolastico 2022/2023, di asili nido, scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado;
  • essere a carico fiscale del richiedente l’assegno di frequenza;
  • non sfruttare un analogo beneficio versato da altro ente, di valore uguale o maggiore del 50% dell’ammontare del beneficio messo in palio.

Si tratta in particolare di 85 assegni di frequenza riservati ad orfani ed equiparati di iscritti alla Gestione magistrale.  L’ammontare dell’assegno di frequenza è quantificato sulla scorta del valore ISEE del nucleo familiare di cui fa parte il beneficiario.

Caratteristiche bando Inps 2023 contributi formativi

Per quanto riguarda, invece, il bando Inps per l’assegnazione di contributi formativi, gli interessati devono rispettare le seguenti condizioni:

  • frequenza, nell’anno scolastico 2022/2023, di asili nido, scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado, scuole di formazione e scuole speciali propedeutiche all’inserimento socio-lavorativo;
  • essere a carico fiscale del richiedente la prestazione;
  • non sfruttare un simile beneficio erogato da differente ente, di valore uguale o maggiore al 50% dell’ammontare del beneficio in palio.

I contributi formativi in oggetto saranno erogati in un massimo di 170, e si rivolgeranno ai figli o orfani ed equiparati di iscritti alla Gestione magistrale, che abbiano un handicap acclarato.

Nuovo bando Inps
Nuovo bando Inps, le agevolazioni previste (Machedavvero.it)

Quando fare domanda

Come rimarca l’Inps nel suo sito web, è stato da poco pubblicato il bando di concorso assegni di frequenza e contributi formativi 2023, per i risultati dell’anno scolastico 2022-2023. Ebbene al contempo l’ente rimarca che la relativa domanda deve essere fatta, dal richiedente la prestazione, dalle 12 del 24 novembre alle 12 del 30 dicembre di quest’anno, attraverso la pagina “Assegni di frequenza per figli e orfani di iscritti alla Gestione Assistenza Magistrale” o il Portale prestazioni welfare.

Per ulteriori informazioni e dettagli sulla struttura del bando in oggetto, e sulle sue caratteristiche, si rinvia comunque alla lettura del testo, pubblicato in questa pagina del sito web dell’istituto di previdenza.

Impostazioni privacy