Scatta l’obbligo assicurazione per monopattini e bici elettriche, da questa data scattano le sanzioni

Pubblicato il giorno

da Antonia Festa

nella categoria: News

Un nuovo intervento normativo ha introdotto l’obbligo di assicurazione per tutti i veicoli, anche bici e monopattini. Cosa cambia?

Il Decreto Rc Auto, in vigore dal prossimo 23 dicembre, prevede delle importanti novità in materia di assicurazione della responsabilità civile legata alla circolazione di autoveicoli, tramite l’inserimento dell’obbligo per ulteriori categorie di veicoli.

assicurazione per monopattini e bici
Obbligo assicurativo per tutti i veicoli (machedavvero.it)

Il provvedimento stabilisce che tutte le vetture a motore con una velocità massima superiore a 25 km/h oppure un peso superiore a 25 kg e con velocità massima superiore a 14 km/h vanno assicurati. Rientrano in tale categoria, dunque, anche le bici e i monopattini elettrici.

Per definire le modalità di attuazione di tale obbligo, sarà emanato, entro la fine di marzo, un apposito Decreto da parte del Ministero delle Imprese e del Made in Italy e delle Infrastrutture e dei Trasporti.

L’assicurazione sarà necessaria anche per i veicoli che, di solito, sono usati nelle zone ad accesso oggetto di restrizioni (ad esempio, le aree private), ad eccezione delle sedie a rotelle per i soggetti disabili. Sono, invece, esclusi dall’obbligo assicurativo i veicoli ritirati oppure quelli a cui è stato apposto il fermo amministrativo.

I proprietari di auto e moto d’epoca e di interesse storico e collezionistico hanno la facoltà di richiedere un rinnovo per 11 mesi della sospensione del dovere assicurativo, entro 5 giorni prima della scadenza.

Variano i massimali per l’assicurazione obbligatoria: le nuove cifre

Il Decreto Rc Auto ha modificato anche due tipologie di massimali assicurativi, prevedendo un aumento da 5 a 6 milioni e 450 mila euro nell’ipotesi di danni alle persone e da 1 a 1,3 milioni di euro nel caso di danni alle cose.

assicurazione monopattino elettrico
Obbligo di assicurazione per monopattini elettrici (machedavvero.it)

Ciascuna compagnia assicurativa utilizza vari algoritmi per effettuare il calcolo delle tariffe e, dunque, per determinare il prezzo della polizza agli utenti. Per questo motivo, i preventivi Rc auto non sono uguali per tutti ma possono anche cambiare notevolmente da compagnia a compagnia.

Oltre all’algoritmo, influiscono sul costo finale della polizza anche le caratteristiche personali del titolare.

Nel dettaglio, i fattori che le compagnie di assicurazione valutano per la predisposizione del preventivo finale sono i seguenti:

  • città di residenza;
  • età del titolare;
  • stato civile e numero di figli;
  • data del conseguimento della patente;
  • status del contraente;
  • classe di merito;
  • situazione assicurativa (ad esempio, prima assicurazione);
  • storia assicurativa (ossia il numero di eventuali incidenti passati);
  • uso primario del veicolo (ad esempio, per tempo libero o lavoro);
  • possibilità di ricovero notturno (tramite box privato, garage pubblico, parcheggio in strada);
  • percorrenza annua;
  • autorizzazione alla guida anche da parte di altri conducenti.
Impostazioni privacy