Invalidità civile al 100%: spetta la quattordicesima? La verità

Pubblicato il giorno

da Valentina Trogu

nella categoria: News

Il percettore di invalidità civile con percentuale di disabilità del 100% ottiene la quattordicesima ossia la mensilità aggiuntiva erogata a luglio oppure a dicembre?

Dicembre è il mese della tredicesima per i pensionati ma per alcuni cittadini è anche il mese della quattordicesima. Precisamente per chi ha compiuto 64 anni da luglio e rientra in determinati limiti reddituali.

Invalidità civile al 100% e quattordicesima
Invalidità civile al 100% e quattordicesima (Machedavvero.it)

La quattordicesima è una somma aggiuntiva rispetto alla pensione che spetta ai pensionati che hanno compiuto 64 anni e possiedono un reddito entro i 10.992,93 euro. La somma erogata è di 436,80 euro per i dipendenti con 15 anni di contributi e per gli autonomi con 18 anni di contributi. Rientrando negli 11.429,73 euro si otterrà una somma ridotta.

La quattordicesima sarà di 546 euro, invece, per i pensionati con anzianità contributiva tra 15 e 25 anni se dipendenti e tra 18 e 28 anni se autonomi mentre chi ha più di 25 o 28 anni di contributi riceverà 655,20 euro. Per redditi superiori le somme erogate saranno più basse. Come detto la mensilità viene erogata a dicembre se il compimento dei 64 anni avviene dal mese di luglio in poi. Ma spetta anche agli invalidi civili al 100%?

Quando l’invalido civile prende la quattordicesima

La pensione di invalidità civile è una prestazione assistenziale versata al cittadino indipendentemente dall’anzianità contributiva maturata. I requisiti sono solo sanitari e reddituali ossia 100% di invalidità riconosciuta e un reddito inferiore a 17.920 euro all’anno.

Invalidità civile, la quattordicesima spetta a pochi
Invalidità civile, la quattordicesima spetta a pochi (machedavvero.it)

La quattordicesima, invece, è una prestazione che si basa sui contributi versati. Di conseguenza all’invalido civile al 100% non spetta la mensilità aggiuntiva. Stesso discorso per l’Assegno mensile di assistenza per invalidi parziali, per gli assegni o pensioni per ciechi civili e sordi civili, per l’assegno o la pensione sociale, per le pensioni di guerra e la rendita INAIL.

Possono ricevere la quattordicesima solamente gli invalidi al 100% che soddisfano i requisiti contributivi, anagrafici e reddituali e sono titolari di pensione di vecchiaia o anticipata nonché di pensione di inabilità lavorativa. Quest’ultimo è il trattamento erogato a chi ha l’assoluta e permanente impossibilità di svolgere un’attività lavorativa. Vige anche un requisito contributivo, almeno cinque anni di contributi versati di cui tre nei cinque anni precedenti alla domanda di pensionamento. A questa pensione hanno accesso dipendenti, autonomi, iscritti alla Gestione Separata.

Significa che chi ha almeno 15 anni di contributi maturati, un reddito entro i 15.161,24 euro (restando nei 25 anni di contributi se dipendenti e nei 28 se autonomi), è invalido civile al 100% e percettore di pensione di inabilità lavorativa potrà al compimento dei 64 anni di età ricevere la quattordicesima.

Impostazioni privacy