Legge 104: a quali parenti spetta? I requisiti da rispettare per non perdere incredibili benefici

Pubblicato il giorno

da Antonia Festa

nella categoria: News

La Legge 104 concede una serie di benefici ai familiari dei disabili gravi. In cosa consistono i vantaggi e quali parenti possono richiederli?

La Legge 104/1992 stabilisce il diritto dei lavoratori dipendenti pubblici e privati che prestano assistenza ad un familiare disabile grave di usufruire di tre giorni al mese di permesso retribuito.

parenti caregivers
Quali parenti possono usufruire dei vantaggi della Legge 104? (machedavvero.it)

Non tutti i parenti, tuttavia, possono presentare richiesta per la misura. Essa spetta, in particolare, ai seguenti soggetti:

  • genitori;
  • coniuge, unito civilmente o convivente di fatto del disabile grave;
  • parenti e affini entro il secondo grado, ossia genitori, fratelli e sorelle, suoceri, genero o nuora;
  • parenti e affini entro il terzo grado se tutti gli altri beneficiari sono over 65, oppure a loro volta affetti da patologie invalidanti o, infine, sono deceduti o mancanti.

I lavoratori dipendenti che assistono un familiare disabile grave hanno diritto anche al congedo straordinario, ossia un periodo di assenza retribuita dal lavoro della durata massima di due anni.

A differenza dei permessi, il congedo spetta soltanto ai conviventi del disabile. Solo per i genitori la convivenza non è un requisito essenziale.

Il congedo può essere richiesto esclusivamente sulla base del seguente ordine di priorità:

  • coniuge, unito civilmente o convivente di fatto del disabile grave;
  • genitori, anche adottivi o affidatari, del disabile se il coniuge, il convivente di fatto o l’unito civilmente sono mancanti, deceduti o affetti da patologie invalidanti;
  • figlio convivente, anche adottivo, se anche i genitori sono entrambi deceduti, mancanti o affetti da patologie invalidanti;
  • fratello o sorella convivente, se il coniuge, l’unito civilmente, il convivente di fatto, i genitori e i figli sono mancanti, deceduti o affetti da patologie invalidanti;
  • parente o affine entro il terzo grado convivente del disabile grave, se tutti gli altri beneficiari sono mancanti, deceduti o affetti da patologie invalidanti.

Permessi 104 e congedo: l’esatta procedura per richiederli

Per usufruire dei permessi retribuiti, l’interessato deve inviare richiesta all’INPS e al datore di lavoro.

benefici lavorativi per caregivers
Come presentare domanda per le agevolazioni 104? (machedavvero.it)

L’istanza va inviata scegliendo tra le seguenti modalità:

  • attraverso il portale web dell’Istituto di Previdenza;
  • tramite un CAF o Patronato;
  • chiamando il Contact Center INPS al numero 803.164 (da rete fissa) o 06.164.164 (da rete mobile).

Per quanto riguarda il congedo straordinario, i dipendenti pubblici devono inviare domanda all’Amministrazione presso la quale lavorano.

I dipendenti privati, invece, devono inviare la richiesta per usufruire del congedo esclusivamente in modalità telematica, in uno dei seguenti modi:

  • tramite il sito istituzionale dell’INPS, utilizzando il servizio “Invio On line di Domande di Prestazioni a Sostegno del Reddito“;
  • attraverso un CAF o Patronato;
  • chiamando il Contact center dell’INPS, al numero 803.164 (da rete fissa) oppure allo 06.164.164 (da rete mobile).
Impostazioni privacy