Mutui 2024, come cambieranno i tassi? La previsione degli esperti non lascia dubbi

Pubblicato il giorno

da Giovanni Cristiano

nella categoria: News

Quale sarà la situazione dei tassi dei mutui nel 2024? Gli esperti hanno tracciato degli scenari che rendono chiara l’idea: ecco quali.

Il 2023 sta per concludersi ma in maniera non del tutto positiva per quanto riguarda i mutui. Nel corso dell’anno sono state prese delle decisioni che hanno innescato una serie di aumenti dei tassi di interesse, che hanno reso il costo delle rate ancora più alto. Per questo motivo molti si chiedono quale sarà lo scenario sui tassi dei mutui nel 2024.

Mutui 2024 tassi
Come cambieranno i tassi dei mutui nel 2024? – (Machedavvero.it)

I mercati sono pronti a scommettere su un taglio del costo del denaro da parte della Banca Centrale Europea ma non tutti gli esperti concordano su questa ipotesi. I tassi dei mutui previsti nel 2024 potrebbero non ridursi a seguito di un’inflazione che rischia di restare alta, oltre il previsto. La corsa agli aumenti però sembra ad oggi frenata ma le previsioni degli esperti non sono del tutto positive.

Come cambieranno i tassi dei mutui nel 2024: parlano di esperti

Nella seconda settimana di dicembre la Banca Centrale Europea ha mantenuto invariati i tassi di interesse sui rifinanziamenti al 4.50%, sui depositi al 4% e sui prezzi di margine al 4,75%. Una linea dovuta a seguito dei precedenti aumenti ma che secondo gli esperti avrà bisogno di tempo prima di segnalare una discesa dei prezzi.

Gli esperti parlano dei tassi dei mutui del 2024
La possibile situazione dei mutui del 2024 analizzata dagli esperti – (Machedavvero.it)

Secondo gli analisti sarà necessario del tempo prima di vedere i tassi orientarsi verso una decisa riduzione. È probabile che questo scenario si verifichi tra la primavera e l’estate del 2024, anche se per altri analisti le tempistiche si allungheranno ulteriormente. Al momento i rincari dei mutui sono fermi ma le recenti evoluzioni hanno portato un incremento notevole della rata, palesando un serissimo problema per le famiglie italiane.

La decisione della Banca Centrale Europea ha portato alcuni esperti a segnalare una piccola discesa già iniziata. Secondo dei portali di calcolo delle rate del mutuo, oggi si risparmierebbe una quarantina di euro al mese rispetto allo scorso ottobre. Come detto in precedenza, potrebbe essere necessario più tempo del previsto per vedere il definitivo cambio di rotta perché l’inflazione resterà alta nel 2024 e nei prossimi anni.

Il tasso d’inflazione potrebbe comportare una spesa alta costante anche per i mutui, soprattutto per quelli a tasso variabile. I tassi di interesse sui mutui potrebbero salire o restare invariati nel 2024 mentre, secondo molti analisti, il vero calo del costo del denaro dovrebbe verificarsi nel 2025.

Impostazioni privacy