Pensione anticipata Ape Sociale 2024: meno beneficiari e requisiti più rigidi, le ultime novità

Pubblicato il giorno

da Claudio Garau

nella categoria: News

L’Ape Sociale 2024 è un anticipo pensionistico fondato su ben precise regole, che nel 2024 saranno più rigide. Facciamo chiarezza.

Chi potrà beneficiare dell’Ape Sociale nel 2024? La domanda ha ragion d’essere a causa delle restrizioni apposte dal Governo.

Ape Sociale 2024
Ape Sociale 2024, le novità che irrigidiscono i requisiti (Machedavvero.it)

Di seguito una sintetica guida su fruitori e requisiti d’accesso. I dettagli.

Requisiti e beneficiari Ape Sociale 2024

L’Ape Sociale – dicevamo – troverà spazio anche nella manovra 2024, ma riveduto e corretto per salvaguardare la tenuta dei conti pubblici. In sintesi, il disegno di legge di Bilancio include:

  • un irrigidimento del requisito anagrafico con 63 anni e 5 mesi invece degli anteriori 63 anni di età
  • l’accesso con maturazione dei requisiti utili entro il 31 dicembre del prossimo anno.

Ma chi, di fatto, potrà aver diritto a questo pensionamento anticipato rispetto alle regole ordinarie della pensione di vecchiaia? Vediamolo in elenco:

  • i lavoratori disoccupati con almeno 63 anni e 5 mesi di età e 30 anni di contributi regolarmente versati, dopo lo stop del rapporto di lavoro per licenziamento, dimissioni per giusta causa o risoluzione consensuale. Compresi anche i lavoratori subordinati di aziende con tavolo di crisi aperto presso il Ministero e che hanno terminato i periodi di disoccupazione (come ad es. l’indennità di disoccupazione Naspi)
  • i lavoratori subordinati che svolgono attività “gravose” con almeno 63 anni di età e 36 anni di contributi regolarmente versati e che, alla data della domanda di accesso all’Ape Sociale, abbiano svolto detti lavori per almeno sei anni negli ultimi sette oppure per almeno sette anni negli ultimi dieci
  • i soggetti con almeno 63 anni di età, 30 anni di contribuzione regolarmente versata, disabilità acclarata corrispondente o maggiore al 74% e riconoscimento dell’invalidità civile da parte dell’Inps
  • i dipendenti con 63 anni di età, 30 anni di contribuzione regolarmente versata e il ruolo di caregiver da almeno 6 mesi di persone disabili, con cui convivono (tutele della legge 104).

Ulteriori restrizioni all’Ape Sociale 2024

Per il prossimo anno varrà anche l’ulteriore limite costituito dall’incumulabilità integrale della prestazione pensionistica con i redditi di lavoro subordinato o autonomo – tranne il lavoro occasionale entro un massimo di 5mila euro ogni anno.

Si tratta di divieti che abbassano il numero degli aventi diritto all’Ape Sociale 2024. Sul piano della quantificazione dell’assegno, opererà ancora il sistema misto – pur con il paletto costituito dall’importo massimo entro i 1.500 euro lordi al mese (senza tredicesima e senza gli adeguamenti per l’inflazione fino al raggiungimento del traguardo della pensione di vecchiaia).

Ape Sociale 2024
Ape Sociale 2024, le novità sui beneficiari (Machedavvero.it)

Ape Sociale 2024: alcuni numeri interessanti

Le pensioni anticipate ‘sopravvivranno’ dunque nel 2024, ma ridimensionate. Ci riferiamo tra le altre misure, all’Ape Sociale, la cui soglia di accesso a livello anagrafico è stata alzata a 63 anni e 5 mesi.

Ecco allora che almeno in ambito previdenziale, lo Stato potrà risparmiare qualcosa rispetto al passato: l’Ape sociale, nata nel 2017, ebbe un buon riscontro se pensiamo che, nel corso del tempo, l’anticipo pensionistico è stato domandato da circa 110 mila lavoratori con età media pari a 64 anni.

Impostazioni privacy