Attenzione al messaggio truffa INPS, così vi svuotano il conto

Pubblicato il giorno

da Isabella Insolia

nella categoria: News

È allarme riguardo al messaggio truffa dell’INPS. I criminali svuotano il conto corrente delle loro vittime: ecco come riconoscere il raggiro e che cosa fare.

Tutti sanno che il web è pieno di trappole e insidie dove è facile cadere. Gli hacker sono pronti e attenti rinnovare le loro truffe per non far capire agli utenti che stanno per essere derubati, usando persino l’istituto nazionale della previdenza sociale.

Messaggio truffa INPS: attenzione
I truffatori svuotano il conto usando l’INPS – machedavvero.it

Sono ormai molti anni che le truffe online sono le più diffuse e le più pericolose per i cittadini. Questo perché ogni persona può essere raggiunta con diversi mezzi: chiamate, email o SMS. Il suggerimento più importante è quello di mantenere sempre un profilo basso e diffidare di chi fa domande particolari o chiedere di ricevere dati sensibili.

Password e codici non devono essere dati a nessuno in quanto i criminali potrebbero accedere alla home bancking degli utenti. Detto ciò, nell’ultimo periodo in molti si sono accorti del pericoloso messaggio truffa dell’INPS, dove dietro all’istituto ci sono dei truffatori pronti a svuotare il conto corrente ed è per questo motivo che è stato lanciato l’allarme.

Messaggio truffa INPS: ecco come funziona e come difendersi

Il sito ufficiale dell’INPS ha comunicato a tutti i contribuenti di fare molta attenzione della frode informatica che sta circolando in questo periodo. Si tratta di una truffa realizzata con la tecnica del phishing ed è il classico furto di dati sensibili che avviene attraverso un messaggio.

Messaggio truffa INPS: come difendersi
Il messaggio truffa dell’INPS – machedavvero.it

Parliamo di messaggi falsi che arrivano sul proprio telefono e che i clienti pensano che sia l’INPS quando invece l’ente è ignaro di tutto. Per questa ragione, l’istituto ha invitato tutti a fare attenzione e ignorare tutti i messaggi che invitano gli utenti ad aggiornare i dati personali e le coordinate bancarie accedendo a un link.

Il testo del messaggio recita che queste coordinate sono importanti affinché l’utente riceva un accredito di rimborso da parte dell’INPS, ma non è così. Se si clicca sul link proposto si apre una pagina fake in cui vengono chiesti alcuni dati sensibili. È possibile che ad alcuni appaia un altro messaggio in cui c’è scritto che l’istituto non riesce ad accreditare una somma di denaro.

Alle volte può essere richiesto che si può ricevere un rimborso per le tasse pagate su un sistema automatico INPS che non esiste. Per questo motivo è importantissimo fare molta attenzione ed è consigliato di non scrivere dati su piattaforme poco sicure ed è importante chiamare le fonti per accertarsi.

Impostazioni privacy