Bolletta elettrica, occhio ai consumi: gli errori da non sottovalutare per gli esperti

Pubblicato il giorno

da Giovanni Cristiano

nella categoria: News

La bolletta elettrica potrebbe presentare una cifra alta, come evitare di consumare troppo? Gli esperti indicano gli errori da correggere.

Il costo dell’energia elettrica rappresenta ancora un problema per le famiglie italiane. In fattura può palesarsi una cifra molto alta e per questo diventa necessario correre ai ripari andando ad eliminare gli errori comuni che si possono fare.

Bolletta elettrica errori
Gli errori da non sottovalutare e che incidono sulla bolletta elettrica – (Machedavvero.it)

Negli ultimi anni, il potere d’acquisto dei consumatori si è sempre più ridotto a causa delle spese obbligatorie da sostenere, in cui rientrano quelle inerenti alle bollette. I problemi sorti in maniera del tutto improvvisa sono stati tanti ed ha portato le persone a ragionare sui loro gesti e le loro abitudini. In questo caso ci sono delle situazioni da attenzionare se non si vuole una bolletta elettrica troppo onerosa.

Gli errori comuni per evitare una bolletta troppo onerosa: basta davvero poco

Uno dei principali errori che possono portare un costo alto sulla bolletta è rappresentato dalla mancanza di pulizia dei filtri di riscaldamento, ventilazione e condizionamento dell’aria. Su questo errore Skylar Christensen, idraulico ed esperto di pulizia presso Beehive Plumbing, ha evidenziato che attivare un dispositivo con i filtri intasati porta ad un lavoro maggiore del sistema, con conseguente consumo di energia elettrica. Per ridurre i consumi basta effettuare una pulizia periodica dei filtri, ogni due settimane.

Gli errori che fanno aumentare la bolletta elettrica
Come gestire al meglio il consumo di energia elettrica – (Machedavvero.it)

Lo scaldabagno è da attenzionare particolarmente perché mette in atto un consumo decisamente elevato dato che è sempre acceso. L’indicazione è di abbassare la temperatura così da far lavorare l’apparecchio con una quantità di energia più bassa. Un’altra opzione è quella di diminuire la temperatura dell’acqua dei singoli elettrodomestici e impostarla in base alle proprie abitudini.

Sugli elettrodomestici presenti in casa bisogna impostarli tutti sulle modalità efficienti, salvo operazioni più complicate. Ad esempio, la lavastoviglie può essere svolta in modalità eco e lo stesso vale per la lavatrice. Naturalmente in presenza di situazioni non ordinarie è giusto impostare un programma dedicato.

Per ridurre la bolletta energetica bisogna prestare attenzione alle luci accese e a tutti i dispositivi collegati. Da una parte è importante spegnere le luci quando si esce da una stanza e dall’altra è utilissimo scollegare i dispositivi attaccati alla rete elettrica quando non sono utilizzati. Questo perché tenendoli collegati c’è sempre un consumo elettrico che poi si riversa sull’importo finale della bolletta.

Impostazioni privacy