Chiedere il supplemento di pensione 2024: assegni più alti solo per chi ha questi requisiti

Pubblicato il giorno

da Isabella Insolia

nella categoria: News

Anche nel 2024 è possibile chiedere il supplemento di pensione, ma bisogna fare attenzione alle regole e ai requisiti: ecco che cosa sapere.

Per aumentare le pensioni è possibile richiedere il supplemento. È uno strumento che serve a maggiorare l’importo dell’assegno percepito da chi continua o riprende a lavorare dopo il collocamento in quiescenza.

Supplemento pensione 2024: requisiti
Assegni più alti con il supplemento di pensione nel 2024 – machedavvero.it

Eccetto in alcuni casi eccezionali, il reddito da lavoro e la pensione sono cumulabili tra di loro, ma continuando a svolgere prestazioni lavorative si versano dei contributi ulteriore che ne aumentano di conseguenza il valore. Tuttavia, è doveroso spiegare che il supplemento di pensione va richiesto dopo trascorso un certo termine dalla liquidazione dell’assegno.

Dunque, si può ben capire che non è una mossa che viene automaticamente e bisogna tenere conto delle scadenze tra le richieste di aumento. Il supplemento è quindi una soluzione utile per tutti coloro che ritengono di percepire una somma bassa e intendono aumentarla.

Supplemento di pensione 2024: come funziona e quando richiederlo

Il supplemento della pensione è utile per fare in modo che anche i contributi versati alla fine della liquidazione dell’assegno pensionistico non vadano persi. Tale possibilità viene data ai titolari di pensione principale, supplementare o di assegno ordinario di invalidità che continuano a lavorare e sono iscritti alla gestione separata Inps, alla gestione dei lavoratori spettacolo e sport o all’assicurazione generale obbligatoria.

Supplemento pensione 2024: come funziona
Le caratteristiche per avere il supplemento di pensione nel 2024 – machedavvero.it

Il supplemento lo possono richiedere anche coloro che sono stati collocati in quiescenza i quali hanno la possibilità di beneficiare dell’istituto del cumulo di contributi. Questi pensionati possono chiedere il supplemento anche per i contributi versati in seguito. In ogni caso, il supplemento può essere richiesto più volte ma rispettando i termini.

In pratica, c’è un termine ordinario e un termine breve, del quale si può usufruire una sola volta: assicurazione generale obbligatoria o gestioni autonome c’è un termine di 2 anni; per la gestione separata Inps il termine è di 5 anni per l’ordinario e 2 anni per il breve, stesse tempistiche per quanto riguarda le gestioni Ex Enpals; per gli iscritti Inpgi il termine ordinario è 2 anni, mentre per viene dato subito se si richiede il termine breve.

Per calcolare l’importo bisogna tenere conto del periodo del versamento dei contributi dopo il pensionamento. E come abbiamo anticipato, il supplemento di pensione nel 2024 deve essere richiesto esplicitamente, quindi come gli altri anni non è automatico dall’Inps. Il lavoratore, dunque, deve presentare la domanda telematica all’Inps.

Impostazioni privacy