Condono edilizio, è svolta: cosa può accadere in caso di piccole irregolarità

Pubblicato il giorno

da Giovanni Cristiano

nella categoria: News

Il Ministro Matteo Salvini ha affrontato il problema delle piccole irregolarità sul condono edilizio: ecco cosa può accadere.

Le recenti parole del vice Premier Matteo Salvini hanno consentito di tornare a parlare di irregolarità edilizia. Il Ministro ha presentato la possibilità di aprirsi ad un condono edilizio ma solo nei casi in cui le imprecisioni siano di piccole entità.

condono edilizio piccole irregolarità
Probabile svolta in merito al condono edilizio – (Machedavvero.it)

Quanto illustrato dal leader della Lega, attualmente Ministro delle Infrastrutture, al convegno del Coordinamento legali di Confedilizia, lascia trasparire la volontà di semplificare e sgravare il sistema burocratico e non solo inerente alle piccole irregolarità e ad altri ambiti.

Date le varie manovre in cui è immerso il Governo Meloni, è idoneo approfondire quanto detto da Matteo Salvini sulle irregolarità architettoniche.

Svolta Salvini per il condono edilizio: cosa può succedere con le piccole irregolarità architettoniche

Il leader della Lega Matteo Salvini ha rilanciato con forza e decisione il tema del condono edilizio, evidenziando in particolar modo la problematica inerente alle piccole irregolarità. Proprio quest’ultime andrebbero ad intasare gli uffici tecnici dei Comuni del paese, facendo rallentare tutta la macchia burocratica.

Salvini parla del condono edilizio
Il leader della Lega Matteo Salvini auspica il condono edilizio per le piccole irregolarità architettoniche – Ansa Foto – (Machedavvero.it)

Il vice Premier al convegno tenutosi a Piacenza ha spiegato che in Italia ci sono centinaia di migliaia di irregolarità architettoniche, urbanistiche ed edilizie. Per questo motivo propone di passare al sanamento di quelle di piccola entità, in modo da fornire allo Stato un preciso incasso e ai cittadini la disponibilità totale del loro bene.

La proposta del Ministro delle infrastrutture segnala una possibilità di condonare le piccole problematiche architettoniche. Salvini ha poi concluso il suo intervento indicando di come su questo ragionamento bisognerebbe andare fino in fondo e con deciso coraggio.

L’idea è presente negli uffici del Governo ma, al momento, sembra non si viaggi per la sua definitiva attuazione. Lavorare sulle piccole irregolarità permetterebbe alla burocrazia di essere più celere e ai cittadini di risolvere questioni di minore entità in poco tempo, rispetto a quanto accade oggi. La proposta di Matteo Salvini è sul tavolo e nelle prossime settimane potrebbe essere analizzata e, magari, portata avanti in maniera definitiva. A tal proposito non resta che attendere ulteriori novità da Montecitorio per scoprire se il condono edilizio sulle piccole irregolarità diventerà realtà oppure il discorso verrà messo da parte in maniera definitiva.

Impostazioni privacy