Detersivi naturali fai da te, non tutti funzionano: questi è meglio non realizzarli

Pubblicato il giorno

da Isabella Insolia

nella categoria: Lifestyle

Non tutti i detersivi naturali fai da te funzionano per le pulizie. Alcuni è meglio non realizzarli per non perdere tempo: ecco quali sono.

Negli ultimi anni, sono moltissime le persone che decidono di realizzare dei detergenti fai da te, questo sia per una questione economica che green. Tuttavia, non tutti hanno la stessa efficacia ed alcuni ingredienti sono incompatibili.

Detersivi naturali: quali non funzionano
I detergenti che non funzionano – machedavvero.it

In tanti nel mondo e in Italia hanno acquisito maggiore consapevolezza dell’impatto che alcuni prodotti che si usano tutti i giorni hanno sull’ambiente durante il loro utilizzo. Pensiamo non solo alla plastica, ma anche ai vari detergenti che si acquistano al supermercato per le pulizie domestiche.

Proprio per questa ragione, il web è pieno di consigli di ricette per realizzare i detersivi naturali fai da te, ma non tutti i prodotti sono efficaci. Per evitare di perdere tempo è importante sapere quali sono le soluzioni che non funzionano per la pulizia, a differenza di quanto si potrebbe pensare.

Detersivi naturali fai da te inefficienti: ecco quali sono

A differenza di quanto promesso da molti influencer delle pulizie, bicarbonato e aceto non funzionano quando vengono mescolati insieme. Il motivo è a livello chimico in quanto si annullano a vicenda, quindi l’ideale è usarli separatamente: il bicarbonato è abrasivo, mentre l’aceto igienizza e sgrassa.

Detersivi naturali fai da te inefficienti
I detersivi fai da te che non funzionano – machedavvero.it

Per chi ha necessità di sgrassare una superficie ha bisogno di alcune soluzioni, ma se una miscela formata da acqua, bicarbonato e oli essenziali non è quella giusta in quanto non ha azione sgrassante e quindi gli ingredienti hanno bisogno di un prodotto chimico, come il detersivo per i piatti.

È necessario sottolineare che il bicarbonato non va usato come ammorbidente per i panni. Per neutralizzare le cariche elettrostatiche e rendere morbidi gli abiti è necessario andare su una sostanze più acida come l’acido citrico o l’aceto. Non è utile nemmeno usare il bicarbonato come disinfettante o igienizzante, in quanto non è efficace sulle superfici che sono contaminate da muffa o batteri o un lievito.

Si fa un buco nell’acqua anche se si decide realizzare un detersivo per la lavatrice con bicarbonato e Sapone di Marsiglia sciolto, il quale non è un’alternativa al prodotto industriale. Tra l’altro, è una soluzione che con il passare del tempo potrebbe portare un cattivo odore invece che profumare di pulito. È sconsigliato anche usare il limone frullato come detersivo per la lavastoviglie.

Impostazioni privacy