Nel 2024 compi 67 anni? In arrivo più soldi: la novità attesa da migliaia di persone

Pubblicato il giorno

da Isabella Insolia

nella categoria: News

Tante persone che compiono 67 anni nel 2024 avranno la possibilità di avere la pensione di vecchiaia anche se non hanno raggiunto i contributi, il limite di età o i requisiti necessari per ottenere l’assegno pensionistico.

Il sistema pensionistico è sempre sotto l’occhio attento di milioni di lavoratori che non vedono l’ora di ritirarsi dal mondo del lavoro per godersi gli affetti e il meritato riposo. La novità di quest’anno appena entrato è che si può andare in pensione prima dell’età pensionabile della quiescenza di vecchiaia.

Pensione 67 anni aumento
In aumento la pensione per chi compie 67 anni nel 2024 – machedavvero.it

Non sono solo i lavoratori ad attendere con impazienza di compiere 67 anni di età, ma anche i pensionati che già percepiscono l’assegno pensionistico. Questo perché anche coloro che prendono già la pensione hanno la possibilità di ottenere un assegno maggiore a partire dal primo giorno del mese successivo a quello del compimento dell’età. Si tratta di quei lavoratori che hanno lasciato il proprio lavoro dai 63 ai 66 anni usufruendo dell’anticipo pensionistico sociale.

Pensione 67 anni: in arrivo più soldi nel 2024

Nel 2024 arriveranno più soldi ai pensionati che compiono 67 anni di età perché dovranno lasciare l’APE sociale e passare alla pensione di vecchiaia. Stiamo parlando, come accennato, di tutti quegli ex lavoratori che hanno deciso di sfruttare l’uscita dall’attività professionale a partire dai 63 anni con dei contributi versati a 30 o 36 anni.

Pensione 67 anni 2024: novità
APE social sostituita dalla pensione di vecchiaia – machedavvero.it

Tutti i pensionati che hanno goduto della misura dell’APE social hanno dovuto fare i conti con un assegno privo della tredicesima mensilità, ma anche senza le maggiorazioni sociali e delle integrazioni che vengono utilizzate per far lievitare quelle somme pensionistiche troppo basse.

Senza contare il fatto che le pensioni con APE sociale non vengono adeguate al tasso di inflazione annuale, ciò vuol dire che la somma rimane sempre uguale. Questa misura inoltre non prevede gli assegni familiari e quindi non varia nemmeno per coloro che hanno un coniuge a carico.

L’importo massimo che un ex lavoratore ha potuto prendere con l’APE sociale è fino a 1.500 euro, penalizzando in questo modo tutti i pensionati. Proprio per questa ragione in tantissimi sono felici di compiere 67 anni, così da far decadere l’APE sociale e aprire la strada alla possibilità di presentare domanda di pensione di vecchiaia, così da far cessare tutte le limitazioni e avere quindi diritto a una pensione più alta e a tutti i benefici e alle agevolazioni che comporta un assegno di vecchiaia.

Impostazioni privacy