Non buttare i cibi scaduti: in questo caso possono essere consumati senza problemi

Pubblicato il giorno

da Isabella Insolia

nella categoria: Cucina

Buttare i cibi scaduti può essere un errore perché c’è un caso in cui si possono consumare senza andare incontro a problemi di salute: ecco quando sono ancora commestibili.

La prima cosa che in genere si fa quando si prende in mano una confezione di un alimento scaduto è quella di gettarla via per far posto ad altro, ma è una cosa del tutto sbagliata perché ci sono delle volte in cui si può mettere a tavola.

Cibi scaduti errore buttarli
È un errore buttare gli alimenti scaduti – machedavvero.it

In questo periodo di caro vita e cambiamenti ambientali è importante adottare un approccio più sostenibile e uno dei punti più importanti in questo caso è quello di ridurre lo spreco alimentare, il quale è importante anche per quanto riguarda il punto di vista etico. Dunque, è necessario prendere delle buone abitudini in cucina.

Uno degli errori più comuni che si commettono in cucina è proprio quello di buttare i cibi scaduti, il più classico degli sprechi alimentari. Non tutte le persone sanno che molti alimenti possono essere utilizzati e consumati anche dopo la data di scadenza che viene riportata sul retro della confezione.

Cibi scaduti: ecco quando si può consumare

Capita a tutti dimenticarsi una confezione di pasta o di qualsiasi altro prodotto di genere alimentare in dispensa. Magari rimane dietro nascosto e non lo si è visto fino a quando non ci si accorge che la data di scadenza è ormai passata da un po’. Bene, l’agronomo Daniele Paci ha sottolineato che non bisogna sempre buttare i cibi scaduti.

Cibi scaduti: quando consumarli
La data di scadenza non è indicativa per tutti i cibi – machedavvero.it

Al di là dei prodotti freschi per i quali è indicata il giorno, il mese e l’anno in cui è meglio mangiarla, tanti altri prodotti alimentari possono essere usati in modo tranquillo anche dopo la scadenza. L’agronomo ha specificato che si tratta di quei cibi che non riportano il giorno della scadenza, ma solo il mese e l’anno.

Paci ha specificato, dunque, che ogni volta che ci si trova davanti una data di scadenza senza il giorno allora non è una vera e propria scadenza, ma quella data può essere superata senza alcun problema. L’unica cosa che probabilmente il consumatore ha perso è un po’ di qualità, ma comunque non deve essere buttata via.

@danielepaciagronomo Se manca il giorno non scade #danielepaci #agronomo #scadenza #etichette #tmc ♬ suono originale – Daniele Paci

Questo vuol dire che possono rimanere per lungo tempo in dispensa, anche se una volta aperta devono essere consumati in pochi giorni. In ogni caso, l’agronomo ha sottolineato che quando si hanno dubbi è sempre meglio utilizzare quelli che lui chiama i “superpoteri”: vista, olfatto e gusto.

Impostazioni privacy