Risparmiare in bolletta grazie alla lavatrice, con questi trucchi si consuma molto meno

Pubblicato il giorno

da Isabella Insolia

nella categoria: News

È possibile risparmiare in bolletta grazie all’uso che se ne fa con la lavatrice. Ci sono dei trucchi che permettono di consumare molto meno: ecco che cosa fare.

Uno degli elettrodomestici più importanti nelle case degli italiani è la lavatrice, ma è anche uno degli apparecchi più costosi perché consuma molta energia elettrice e anche molta acqua. Tuttavia, ci sono dei consigli da adottare per poter tagliare sulla spesa.

Risparmiare bolletta lavatrice trucchi
I trucchi per risparmiare in bolletta con la lavatrice – machedavvero.it

Uno degli obiettivi principali degli italiani è quello di poter alleggerire la spesa mensile in bolletta, soprattutto dopo i rincari che si sono verificati in questi ultimi mesi dietro l’aumento dell’inflazione dovuto ai conflitti internazionali. Non tutti però pensano che si può risparmiare grazie alla lavatrice che permette di consumare molto bene, basta seguire le linee guida dettate dall’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile (ENEA).

Risparmiare in bolletta con la lavatrice: ecco che cosa fare

I dati pubblicati dell’ENEA hanno sottolineato che una lavatrice di classe A+++ ha un consumo medio di 150 kWh all’anno. Invece una lavatrice di classe D ha un consumo maggiore, di circa 290 kWh annui. Dunque, scegliere una lavatrice di classe A può far risparmiare in bolletta. Si può risparmiare dai 30 ai 40 euro l’anno in base ai lavaggi che si fanno.

Risparmiare bolletta lavatrice: cosa fare
Risparmiare sui consumi in lavatrice – machedavvero.it

Ci sono però molti altri trucchi che si possono prendere in considerazione, soprattutto per chi usa la lavatrice in modo intensivo. Per ottimizzare il lavaggio e ridurre gli sprechi si possono utilizzare i sistemi intelligenti come il rilevamento del carico, il dosaggio automatico del detersivo e la connessione da remoto.

Un buon consiglio è anche quello di lavare il bucato a temperature basse, quindi preferendo i programmi a 30°C o meno perché consumano meno energia. L’ideale è scegliere un lavaggio a 60°C o 90°C solo quando bisogna lavare indumenti che hanno bisogno di igiene maggiore come vestiti per bambini, lenzuola o asciugamano.

Tra gli altri accorgimenti che bisogna fare per non avere una spesa eccessiva in bolletta è riempire il cestello della lavatrice per bene, senza superare il carico indicato e per sfruttare al meglio l’energia e l’acqua. Ridurre il consumo di risorse nel caso in cui il bucato è poco, quindi usare programmi per il carico ridotto o il mezzo carico.

È importante fare attenzione ai tipi di tessuto, quindi evitare i lavaggi aggressivi o lunghi per non rovinare i capi. Importante anche fare la lavatrice in un orario che cosa meno, quindi nei giorni festivi o di notte. Con questi trucchetti ci sarà un risparmio importante di energia e di acqua.

Impostazioni privacy