Strategia per le famiglie in difficoltà economica: potrebbe salvarle da guai finanziari

Pubblicato il giorno

da Giovanni Cristiano

nella categoria: News

Le famiglie in forte difficoltà economica possono attuare una strategia utile ad evitare guai finanziari: può risultare fondamentale.

La vita di ogni famiglia deve tener conto delle tante variabili che possono capitare, con alcune che obbligano a sostenere delle spese inaspettate. Per questo motivo, data la situazione economica odierna, è necessario conoscere una strategia che eviti qualsiasi guai finanziario.

strategie famiglie difficoltà economica
La strategia finanziaria per le famiglie in difficoltà economica – (Machedavvero.it)

Bisogna sempre pensare alle spese impreviste che possono nascere da un momento all’altro. Dalla riparazione dell’auto alla visita medica fino ad arrivare ad una tassa da pagare, ogni situazione mette in difficoltà la gestione delle finanze della famiglia ed è per tale motivo che pensare ad un fondo di emergenza, con un conto separato dal principale, può essere la soluzione.

Disporre di un fondo di emergenza consente di affrontare le difficoltà finanziarie senza dover ricorrere a prestiti, carte di crediti o aiuti esterni. Procedendo in questo modo si proteggeranno i risparmi, evitando interessi e non intaccando la tranquillità familiare: vediamo come fare.

Strategia finanziaria per le famiglie in difficoltà economica: utile in diverse situazioni

L’importanza di instaurare un fondo di emergenza nasce dal fatto che la vita quotidiana riserva sempre delle sorprese, spesso molto costose e decisamente inaspettate. Molte famiglie vivono solo con uno stipendio e far fronte alle piccole o grandi crisi economiche non è facile, perché mancano gli strumenti per affrontare situazioni di questo tipo.

Come creare un fondo di emergenza
Perché creare un fondo di emergenza è un’ottima soluzione per le famiglie – (Machedavvero.it)

Un altro vantaggio che fornisce un fondo di emergenza è quello di poter raggiungere gli obiettivi finanziari, come l’acquisto di una casa, andare in vacanza o procedere ad un investimento per il futuro. Infatti al fondo si possono riversare i risparmi destinati ad una di queste finalità, senza doverli prelevare in caso di imprevisti.

Il primo passo per creare un fondo di emergenza è stabilire quanto denaro si vuole mettere da parte. Non esiste una cifra che va bene per tutti perché molto dipende dalle spese, dalle entrate e dalla tolleranza al rischio. Un’indicazione generale è avere un fondo di emergenza che copra dai tre ai sei mesi di spese essenziali, come affitto o mutuo, utenze domestiche, beni di prima necessità e trasporti. Si può calcolare il budget mensile e moltiplicarlo per il numero di mesi che si vogliono coprire.

Successivamente è necessario scegliere a chi affidare il fondo di emergenza. Deve essere un conto sicuro, liquido e separato dal conto corrente principale. Si può dirigersi anche verso un conto deposito, un conto risparmio o un fondo monetario. L’ultimo passo da compiere è decidere come gestire il fondo, essendo costanti e disciplinati nel tempo.

Impostazioni privacy