Tappeti puliti e igienizzati, non serve la lavatrice: i rimedi naturali per rinfrescarli

Pubblicato il giorno

da Isabella Insolia

nella categoria: Lifestyle

Per avere i tappeti puliti e igienizzati non serve utilizzare per forza la lavatrice, ma ci sono dei rimedi naturali per rinfrescarli: ecco quali sono.

Uno dei completi di arredo amati dagli italiani è il tappeto, un accessorio che contribuisce a personalizzare la casa e a renderla più accogliente e bella agli occhi esterni. Tuttavia, è anche un ricettacoli di sporco e per questo è necessario saper come pulirlo e igienizzarlo.

Tappeti puliti igienizzati senza lavatrice
Tappeti puliti e igienizzati senza usare la lavatrice – machedavvero.it

I tappeti si trovano nella zona giorno, ma anche in cucina o in bagno o in camera da letto. È importanti pulirli spesso in quanto possono attirare su di sé parecchia quantità di acari e polvere e quindi è necessario tutelare la salute personale e di tutte le persone che ci circondano.

Al di là di quanto si possa immaginare, per avere i tappeti puliti e igienizzati in casa non serve usare la lavatrice. Ci sono 3 perfetti rimedi naturali fai da te che risolvono ogni problema. Con i giusti consigli è possibile averli più freschi e pronti all’uso.

Tappeti puliti e igienizzati: i 3 rimedi naturali

Per pulire al meglio i tappeti e igienizzarli come si deve c’è bisogno di utilizzare dei prodotti naturali che con ogni probabilità si trovano in casa. Il primo articolo utile è il bicarbonato, famoso per le sue proprietà pulenti e deodoranti. È un ingrediente che penetra nelle fibre del tappeto e quindi è in grado di assorbire gli odori e lo sporco.

Tappeti puliti igienizzati: 3 rimedi naturali
I 3 rimedi naturali per pulire i tappeti – machedavvero.it

Il bicarbonato è inoltre un abrasivo molto lievi e quindi contribuisce a rimuovere anche le macchie superficiali ma senza danneggiare il tessuto del tappeto. Per usarlo è necessario spargerlo su tutta la superficie per poi strofinare con la spugnetta dove si notano delle macchie, in seguito lasciare agire alcune ore e aspirare la polvere con l’aspirapolvere.

Un secondo rimedio naturale che si può utilizzare ed è efficace è quello composto dalla miscela di aceto e sale grosso: il sale ha la capacità di rimuovere l’umidità ed evitare il proliferare di germi e batteri, mentre l’aceto è un ottimo prodotto contro le macchie. È necessario mescolare per bene tutti e due gli ingredienti così da ottenere una pasta densa, per poi versare il prodotto sulla superficie e lasciare agire per qualche ora. Rimuovere il surplus con un panno umido.

L’ultimo rimedio è quello dedicato alle macchie più ostinate e in questo caso serve l’acqua ossigenata, un articolo che ha proprietà sbiancanti e che è perfetto da usare su superfici chiare. È un prodotto meno aggressivo rispetto alla candeggina ed è efficace a rimuovere le macchie organiche che sono causate da cibi o bevande o animali. Basta versarne una piccola quantità sulla macchia e strofinare. Poi lasciare agire due minuti e risciacquare con un panno umido.

Impostazioni privacy