Alexa, si impegna contro la violenza sulle donne: l’importante iniziativa

Pubblicato il giorno

da Giovanni Cristiano

nella categoria: News

L’8 marzo ci sarà un’importante novità su Alexa, con l’assistente che risponderà agli insulti: la lotta contro la violenza sulle donne.

L’assistente personale Alexa è presente in tantissime case e ogni giorno riceve domande e richieste in tutto il mondo. Oltre le classiche domande, c’è da segnalare che alcuni utenti insultano e offendono l’assistente per vedere qual è la sua risposta.

Alexa 8 marzo risponderà insulti
L’8 marzo l’assistente Alexa risponderà agli insulti – (Machedavvero.it)

Per arginare un problema non propriamente positivo, Amazon ha reso noto che nella giornata dell’8 marzo, la Festa delle donne, Alexa risponderà agli insulti con l’obiettivo di sensibilizzare sulla violenza verbale. Un problema comunissimo oggi e che non cenna ad arrestarsi.

In quella giornata Alexa risponderà fornendo i dati da ActionAid sulle vittime di violenza in Italia. In questo modo gli utenti potranno ascoltare le informazioni e gli approfondimenti legati a questo fenomeno, semplicemente tramite il comandoAlexa, di la tua‘.

LEGGI ANCHE -> Metti subito al sicuro la casa con Alexa, ecco il trucco per usare il dispositivo come antifurto

Alexa cambia per la Festa delle donne: risponderà con i dati di ActionAid

La nuova iniziativa di Amazon in vista della Festa delle donne permetterà ai tanti utenti di ragionare sul problema della violenza verbale. Alexa, infatti, davanti agli insulti e alle offese risponderà sottolineando che questo tipo di violenza è in grado di lasciare un segno profondo sulla salute e nella vita sociale di chi ne è oggetto.

Alexa festa donna dati ActionAid
Durante la Festa della donna Alexa risponderà con i dati ActionAid – Foto Facebook: AmazonAlexa – (Machedavvero.it)

Secondo gli ultimi dati di ActionAid, tra le donne che stanno affrontando un percorso per uscire dalla violenza subita, il 66,7% ha subito violenza fisica, il 50,7% una minaccia, l’11,7% uno stupro o un tentato stupro. A questi numeri va aggiunto il 14,4% che ha subito violenze sessuali di altro tipo, quali molestie fisiche e revenge porn.

LEGGI ANCHE -> Alexa può diventare un tutor per i compiti, i trucchi per utilizzarla al meglio

Questa importante iniziativa rientra nei progetti che vedono l’assistente personale come un supporto concreto per l’accessibilità e il sociale. Questo è stato il concetto espresso da Giacomo Costantini, Business Development Manager di Amazon, all’Ansa. Tra le iniziative già attivate dalla società, è presente la collaborazione con l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti e l’Associazione Italiana Persone Down.

Dunque, il prossimo 8 marzo può essere una giornata non solo per onorare al meglio la Festa delle donne ma anche per riflettere su un tema spesso sottovalutato. Alexa consentirà un approfondimento che può aprire lo sguardo su un altro punto di vista.

Impostazioni privacy