Attenzione a queste 13 abitudini apparentemente innocue: mettono a rischio la salute

Pubblicato il giorno

da Isabella Insolia

nella categoria: News

Il rischio di demenza potrebbe aumentare a causa di 13 abitudini considerate innocue e che invecchiano il cervello prematuramente.

La demenza è una condizione cerebrale che colpisce molte persone in tutto il mondo e si genera a lungo termine. Sono stati scoperti dei fattori che potrebbero provocare un aumento del rischio di sviluppare la malattia nel tempo.

Rischio demenza 13 abitudini
La demenza aumenta a causa di 13 abitudini – machedavvero.it

La demenza, conosciuta anche come disturbo neurocognitivo maggiore, è un termine che comprende diverse forme di perdita delle funzioni cognitive. Queste perdite possono influenzare la memoria, la capacità di esprimere giudizi, le abilità linguistiche, il ragionamento, le capacità di apprendimento e comprensione, nonché il controllo emotivo e sociale. Sono state elencate 13 abitudini che potrebbero aumentare il rischio di demenza.

LEGGI ANCHE -> Demenza, il primo campanello d’allarme quasi invisibile: se lo becchi previeni la malattia

Quali sono i principali fattori di rischio della demenza?

La prima cosa da sapere è che bere alcolici non è una grande abitudine per il cervello, non serve fare un uso eccessivo ma anche due soli bicchieri di vino al giorno potrebbero invecchiare il cervello. Gli esperti hanno poi spiegato che non dormire abbastanza può provocare un aumento del rischio di demenza a lungo termine.

Rischio demenza: fattori
I fattori che aumentano il rischio di demenza – machedavvero.it

I ricercatori hanno poi collegato come la salute mentale sia a rischio per chi trascorre troppo tempo da solo. Anche andare ai concerti è un rischio, in quanto è stato fatto notare come i rumori forti aumentano il rischio di perdita dell’udito, che a sua volta aumenta le probabilità di sviluppare demenza.

Alcuni studi hanno affermato che bere caffè è associato a un cervello più vecchio, ma gli esperti sottolineano che non ci sono prove che suggeriscano che la caffeina possa causare demenza. È stato fatto notare come una abitudine sbagliata è anche quella di non andare ai controlli del medico di famiglia.

Un rischio per il cervello è anche non fare attività fisica, anche per questo è importante fare sport regolarmente. È stato indicato come fare sport di contatto potrebbe causare delle lesioni al cervello, questo perché potrebbe causare un trauma cranico. Un altro rischio per la mente è quello di consumare cibo spazzatura, è necessaria una dieta sana.

Alcuni studi suggeriscono che avere un livello di istruzione basso aumenta la demenza. Inutile dire che troppo stress non fa bene in generale: sonno disturbato, la pelle invecchiare e anche la salute mentale ne risente, anche perché una vita stressante potrebbe causare il restringimento del cervello.

LEGGI ANCHE -> I segnali d’allarme della demenza senile che in molti sottovalutano

Gli studi hanno poi indicato come uno dei rischi più evidenti è l’uso eccessivo della tecnologia, tanto che alcuni esperti hanno coniato il termine di “demenza digitale”. È sbagliato trascorrere più di 4 ore davanti allo schermo al giorno. L’ultima abitudine sbagliata è quella di fumare, anche in questo caso il rischio è maggiore.

Impostazioni privacy