Scoppiata un’epidemia di epatite, sale la preoccupazione: i consigli delle autorità sanitarie

Pubblicato il giorno

da Giovanni Cristiano

nella categoria: Lifestyle

L’epidemia di epatite sta facendo salire fortemente la preoccupazione generale: le autorità sanitarie hanno divulgato i consigli da seguire.

Dall’inizio del 2024 in più zone del mondo si sono segnalati molteplici casi di epatite, che stanno sempre più prendendo le sembianze di una vera e propria epidemia. Le autorità sanitarie sono subito scese in campo affinché le persone adottino le giuste contromisure per non correre alcun pericolo.

epidemia epatite: consigli autorità sanitarie
Scoppia un’epidemia di epatite, le autorità sanitarie corrono ai ripari – (Machedavvero.it)

Gli ultimi anni sul piano sanitario non sono stati affatto semplice, sia a livello nazionale che su quello internazionale. Il Covid è ancora una realtà da considerare anche se in tono decisamente minore rispetto al passato, ora c’è da segnalare un problema non di poco conto visto i tanti casi di epatite accumulati in questa prima parte dell’anno. Ad esempio nell’area di Medellin, in Colombia, si sta affrontando un aumento dei casi del 266% rispetto allo scorso anno.

LEGGI ANCHE -> Peste bubbonica, scatta la paura contagi: ecco che cos’è

Come difendersi dall’epatite: le misure da adottare

I casi che hanno colpito la Colombia sommati a quelli di altre parti del mondo hanno messo in allerta le autorità sanitarie, che hanno diffuso una strategia che cerca di incrementare i controlli sanitari negli stabilimenti di vendita di genere alimentari. Nel frattempo, le istituzioni locali hanno invitato all’applicazione di misure di prevenzione.

prevenire epatite: consigli
Le misure preventive per evitare evitare di contrarre la malattia – (Machedavvero.it)

Data la situazione è fondamentale seguire le istruzioni di protezione contro i diversi tipi di questo virus, classificati nelle lettere A, B, C, D ed E. La modalità di trasmissione varia ma i sintomi sono generali e includono febbre, dolore all’addome, sensazione di affaticamento, ingiallimento della pelle, nausea, urine più scure. Tutti questi sintomi derivano dagli effetti dell’infiammazione del fegato.

LEGGI ANCHE -> Allarme epidemia in Europa, la preoccupazione sale: ci sono già i primi decessi

Come per altre malattie gastrointestinali è sufficiente avere un contatto con acqua o superfici contaminate per contrarre il virus, per questa ragione il consiglio principale degli esperti è di lavarsi le mani prima di mangiare e quando si rientra in casa, prestando attenzione ai luoghi in cui si consuma cibo poiché a causa di una cattiva gestione si può contrarre la malattia.

Insieme a queste indicazioni è utile lavare sempre frutta e verdura prima di cucinarle e mangiare manzo, pollo, maiale, pesce e uova sempre ben cotti. Dunque, tutti questi accorgimenti in ottica di prevenzione consentono di ridurre il rischio epatite per sé stessi e per gli altri.

Impostazioni privacy