Finestre maggiormente esposte, come pulirle? Il sistema che regala un risultato magnifico

Pubblicato il giorno

da Giovanni Cristiano

nella categoria: Lifestyle

La pulizia delle finestre di casa maggiormente esposte alle intemperie passa da una precisa procedura: risultato raggiunto in poco tempo.

Una quantità di luce diurna è assolutamente importante per donare all’ambiente un tono gradevole e positivo. Il maltempo, presente anche in questo periodo, può intaccare tale processo perché si abbatte sulle finestre più esposte e quelle per tetti, che forniscono luce naturale allo spazio interno.

finestre esposte come pulirle
Come pulire le finestre maggiormente esposte e per tetti – (Machedavvero.it)

Come tutte le finestre, anche quelle per tetti hanno bisogno di un certo livello di pulizia. Con una buona pulizia infatti ci si può liberare dallo sporco e portare nuovamente tantissima luce naturale nella propria abitazione, così da poter apprezzare maggiormente la bella stagione che sta per arrivare: vediamo come procedere.

LEGGI ANCHE -> Tende, verande e finestre di casa in sicurezza: come funziona e come richiedere il beneficio

Come pulire le finestre per tetti: la procedura da seguire

Prima di procedere al processo di pulizia è necessario capire con quale tipo di sporco si ha a che fare. La polvere domestica rappresenta lo sporco più comune e per rimuoverla basta utilizzare un panno antipolvere sulla finestra e sul telaio.

pulizia vetri finestre tetti
La procedura per pulire adeguatamente le finestre per tetti – (Machedavvero.it)

Le macchie di pioggia non sono formate solo da acqua piovana, ma anche da tutti gli elementi che le precipitazioni portano sulla finestra, come polvere e polline. Anche questi però possono essere rimosse in maniera semplice con un panno asciutto e con la pulizia del lucernario con acqua e detersivo.

LEGGI ANCHE -> Pulire i binari delle finestre in pochi secondi: la nuova tecnica elimina qualsiasi tipo di sporco

Non è necessario fare ricorso a detergenti speciali per i vetri perché di solito sono sufficienti acqua tiepida e una piccola quantità di detersivo neutro. Si ha invece bisogno di un panno in microfibra o una pelle di daino. I panni composti da altri materiali si rovinano rapidamente e, dopo aver pulito il lucernario, si potrebbero segnalare dei pelucchi antiestetici o delle macchie. Rimuovere quindi lo sporco ostinato utilizzando un tergivetro per eliminare l’acqua e asciugare i bordi con un panno asciutto.

Idealmente la pulizia delle finestre per tetti va dall’esterno all’interno, così da evitare che l’acqua arrivi nelle superfici più pulite. La sequenza da seguire è pulire il telaio esterno, il vetro esterno, il telaio interno e concludere con la vetrata interna. Da ricordare di procedere alla pulizia solo quando le temperature sono superiori allo zero, ma evitando di farlo sotto il sole di mezzogiorno perché l’acqua tenderebbe ad asciugarsi troppo rapidamente.

Impostazioni privacy