Addio SPID, c’è già la data di scadenza: cosa cambierà nei prossimi mesi

Pubblicato il giorno

da Giovanni Cristiano

nella categoria: News

Lo SPID sembra essere destinato ad essere messo definitivamente da parte. Nel corso del 2024 verrà sostituito da questa tecnologia.

Il Sistema pubblico di identità digitale (SPID) è diventato importante per i cittadini e imprese nei rapporti con Enti pubblici (dall’Agenzia delle Entrate all’Inps) e, ormai, con diversi organismi privati. Il futuro prossimo vede questa soluzione essere messa da parte a favore di una tecnologia specifica.

SPID sostituito tecnologia
Lo SPID è pronto ad andare in pensione – Foto logo spid YT: @AGID – (Machedavvero.it)

Il riconoscimento e l’accesso ai servizi e prestazioni pubbliche saranno eseguiti con altri strumenti utili a semplificare queste procedure. Si tende infatti a centralizzare l’intero sistema con un unico canale utilizzabile da imprese e cittadini.

La decisione presa dal governo è riconducibile alla necessità di garantire maggior sicurezza e ai costi di gestione dello SPID, considerati troppo alti, dato il rinnovo delle convenzioni con gli Identity Provider costato 40 milioni di euro.

LEGGI ANCHE -> Vuoi accedere al portale Inps senza SPID? Ecco le 3 soluzioni alternative e i passi da seguire

La tecnologia pronta a sostituire lo SPID: sarà tutto più semplice

I problemi dello SPID hanno portato il governo a valutare altre opzioni possibili. Le riflessioni hanno messo in luce una novità che verrà lanciata in versione beta a partire dal prossimo mese di giugno: ci riferiamo all’IT Wallet. Questa tecnologia è un portafoglio digitale che avrà al suo interno i più importanti documenti dei cittadini, dalla patente alla tessera sanitaria.

SPID sostituto dall'IT Wallet
L’IT Wallet potrebbe sostituire il Sistema pubblico di identità digitale più usato in Italia – (Machedavvero.it)

L’accantonamento dello SPID sarà graduale, con i tempi che non si prospettano brevi. La novità che andrà a sostituire il noto sistema si baserà sulla creazione di un’unica identità digitale nazionale legata alla Carta d’identità elettronica (CIE). Questo documento ha standard di sicurezza più alti rispetto allo SPID e garantisce una riduzione delle truffe digitali.

LEGGI ANCHE -> Novità INPS per disabilità e 104: cambia tutto con il nuovo portale

La procedura attuale tramite CIE chiama l’utente a seguire un percorso macchinoso. Con l’IT Wallet, invece, tutto sarà più semplice perché con una sola applicazione si potranno gestire le varie identità e i diversi documenti. Sarà più versatile e consentirà di poter effettuare pagamenti digitali e utilizzare altri servizi.

La migrazione dallo SPID all’IT Waller avverrà in diverse fasi e con tempi non immediati. Secondo il Dipartimento dell’Innovazione, i tempi per completare il definitivo passaggio potranno allungarsi fino al termine del 2025. Insomma, l’IT Wallet non sostituirà da subito lo SPID ma con il tempo questa tecnologia è destinata a prendere il suo posto.

Impostazioni privacy