Leggere le bollette del gas del libero mercato, attenzione agli importi: possono essere sbagliati

Pubblicato il giorno

da Isabella Insolia

nella categoria: News

È importante saper leggere le voci delle bollette del gas nel mercato libero. Bisogna fare attenzione agli importi perché potrebbero essere sbagliati.

Diverse associazioni che vigilano e fanno attenzione ai diritti dei consumatori hanno sottolineato la mancanza di trasparenza per quanto riguarda le bollette dell’energia elettrica e del gas.

Leggere bollette gas mercato libero
Leggere le bollette del gas nel mercato libero – machedavvero.it

Gli italiani sono passati ufficialmente al mercato libero del gas dopo la fine del mercato tutelato. C’è molto curiosità sulle bollette e soprattutto su come poter verificare che gli importi siano corretti. In tal senso, bisogna fare attenzione ad alcune voci che potrebbero essere difficili da interpretare. Alle volte, alcuni oneri potrebbero rimanere opachi, tanto che per i consumatori potrebbero avere degli intoppi nel confrontare le offerte dei tanti fornitori.

LEGGI ANCHE -> Diminuiscono le bollette del gas, ma rimane la paura per il mercato libero: le famiglie risparmieranno davvero nei mesi invernali?

Leggere le bollette del gas: come controllare gli importi

Le componenti delle bollette energetiche sono diverse e non si possono standardizzare i costi per ogni consumatore. Per leggere in modo corretto la bolletta del gas è importante distinguere tra le versioni dettagliate e quelle sintetiche. È poi necessario individuare l’informazione in merito al consumo annuo.

Leggere bollette gas: come fare
I consigli per leggere le bollette del gas – machedavvero.it

Nella sezione dettagliata, la spesa dell’energia è divisa in costi fissi e variabili; nella seconda pagina della bolletta sono in genere indicati i dati sui consumi che forniscono le informazioni su quelli annuali, giornalieri, notturni e festivi. In ogni caso, il consiglio degli esperti è quello di consultare i dati tecnici dell’Arera che si trovano sul sito ufficiale.

Nel corso degli anni, l’Arera ha cambiato negli anni gli obblighi imposti ai fornitori energetici sulla trasparenza delle informazioni nelle bollette. Il suggerimento è quello di consultare sempre i siti ufficiali dei fornitori per scaricare le bollette dettagliate appena sono disponibili, in questo modo è possibile verificare la corrispondenza tra le voci stabilite per contratto e le voci di costo applicate.

LEGGI ANCHE -> Bollette luce e gas, multati 6 colossi: i consumatori possono riavere indietro i soldi

Le informazioni dettagliate permettono ai consumatori di poter confrontare le diverse offerte che attualmente sono presenti sul mercato e prendere così le decisioni in maniera più consapevole e scegliere così l’operatore più giusto. Una bollette per definirsi trasparente deve sottolineare i consumi. Nel caso in cui ci si accorgesse della presenza delle informazioni parziali è bene contattare il proprio fornitore per avere delle spiegazioni.

Impostazioni privacy