Non buttare le bucce di banana: così possono salvare le tue piante

Pubblicato il giorno

da Giovanni Cristiano

nella categoria: News

Le bucce di banana possono essere un’ottima soluzione per le piante di casa: in pochi minuti riceveranno un grande aiuto.

Le bucce di banana sono spesso cestinate senza pensarci due volte, ma da loro si può ottenere un concime naturale ed economico. Procedendo su questa strada si andrà a dare un aiuto davvero importante alle piante in casa.

bucce banane piante
Le bucce di banane possono rinforzare le piante – (Machedavvero.it)

La cura delle piante da fiore e da orto è fondamentale per garantire crescita e longevità. Il macerato di banana è utile soprattutto nel periodo di produzione dei frutti e di fioritura, grazie alla presenza di potassio e altre sostanze nutritive che forniscono un sostegno ai vegetali. Vediamo insieme come fornire alle piante una soluzione naturale e dal bassissimo costo.

LEGGI ANCHE -> Chi mangia una banana scarta subito questa parte, ignorando che compie un errore gravissimo: da oggi non la getterai più

Come creare in casa il concime per le piante con le bucce di banana

Realizzare un concime per piante con le bucce di banana risulta particolarmente efficace per le orchidee, i peperoncini, le piante grasse e le piante fiorite. Preparare questa soluzione è molto semplice e richiede qualche minuto per arrivare alla soluzione finale.

concime piante bucce banane
Le bucce di banana possono diventare un concime naturale ed economico – (Machedavvero.it)

In prima battuta bisogna procurarsi almeno cinque bucce di banane per produrre una quantità adeguata di concime. In attesa di accumulare una buona quantità si può iniziare a conservare le bucce, chiuse in un contenitore, in frigo oppure in freezer.

LEGGI ANCHE -> Banane ricche di pesticidi: i marchi migliori secondo una nuova indagine

Bisogna iniziare affettando su un tagliere le bucce e riempire una pentola con un litro d’acqua portandola a ebollizione. Dal momento in cui bolle, aggiungere le bucce e far bollire per almeno 15 minuti. Trascorso questo tempo, spegnere il fuoco e far raffreddare il contenuto della pentola. Volendo si può frullare con il minipimer le bucce così da arricchire maggiormente il concime.

A seguire scolare e filtrare il macerato liquido, senza buttare le bucce di scarto perché possono essere usate direttamente nel vaso, sopra il terriccio. Infine, versare il liquido ottenuto in una bottiglia di plastica servendosi di un imbuto.

La preparazione è conclusa e il concime liquido può essere usato, insieme all’acqua, per innaffiare le piante. La proporzione da ricordare è 1:2, ovvero un litro di concime va unito a 2 litri d’acqua e solo dopo potrà essere usato per irrigare fiori e piante.

Impostazioni privacy