Supermercato, attenzione alla trappola dei cereali: così ti spingono a spendere di più

Pubblicato il giorno

da Isabella Insolia

nella categoria: News

Nei supermercati i cereali sono sistemati in un certo modo per una strategia ben precisa. Sono in pochi a sapere i motivi: ecco cosa c’è dietro.

Non è una novità che la disposizione dei prodotti all’interno dei supermercati segue delle logiche ben precise per indurre i consumatori a rimanere più tempo nei punti vendita, così da spingerli a fare più acquisti. Una pratica denominata shelf marketing, cioè insieme delle strategie usate dai supermercati per posizionare i prodotti.

Cereali sistemati supermercati: strategia
La strategia sulla sistemazione dei cereali nei negozi – machedavvero.it

Tanti sono gli aspetti che concorrono a determinare la scelta e il gradimento di un supermercato. Al di là della convenienza e dell’assortimento, fondamentale in un negozio è la disposizione dei prodotti. Non tutti però sanno che il modo con cui è posizionata la merce dei negozi non è casuale ma dietro c’è una strategia ben precisa.

Le tecniche di posizionamento riguardano anche i cereali sistemati tra gli scaffali dei supermercati che influenzano le scelte sia dei consumatori più grandi che di quelli più piccoli, spingendo le persone a prolungare la loro permanenza tra le corsie o di riempire il loro carrello.

LEGGI ANCHE -> Eurospin, le ‘grandi’ marche nascoste tra gli scaffali: sorpresa per il detersivo

I cereali nei supermercati: la strategia di posizionamento che pochi conoscono

Il reparto dei cereali per la prima colazione nel supermercato ha una particolarità che pochissime persone sanno, anzi quasi nessun consumatore ne è a conoscenza. A differenza di quanto si potrebbe immaginare, lo spazio più ambito sullo scaffale dei punti vendita non è all’altezza degli occhi.

Cereali sistemati supermercati: cosa c'è dietro
Perché i cereali con i cartoon sono nella parte bassa – machedavvero.it

Tutti i supermercati decidono di posizionare i cereali che hanno sulla scatola i personaggi dei cartoni animati nella parte in basso dello scaffale. Potrebbe sembrare una decisione strana, ma è considerato dai negozianti e produttori di cereali lo spazio più prezioso.

Il motivo che sta dietro questa scelta è perché i cereali sono in genere uno dei prodotti più amati dai bambini e dagli adolescenti. Quindi le scatole con i personaggi dei cartoni animati si rivolgono a un target tra i 5 e i 12 anni e per questo vengono posizionate ad altezza bambino.

@massimiliano.donaAvete mai notato come sono collocati i cereali sugli scaffali al supermercato? Vi sembra etica questa cosa? #cereali #colazione #scaffale #supermercato #voilosapevate #posizionamento #marketing♬ suono originale – massimiliano dona

LEGGI ANCHE -> Quali sono i supermercati più economici del 2024? Arriva la classifica

Come sottolinea l’avvocato dei consumatori Massimiliano Dona sui suoi canali social, questa strategia non è molto etica. D’altronde è una tecnica simile a quella che vede i dolcetti vicino le casse per spingere i consumatori ad acquistarli al volo prima di pagare il conto.

Impostazioni privacy