Come riconoscere la tosse abbaiante nei bambini? I sintomi da non sottovalutare

Pubblicato il giorno

da Isabella Insolia

nella categoria: News

La tosse abbaiante può essere pericolosa per i bambini ma che può manifestarsi cronicamente anche negli adulti: ecco quali sono i sintomi da non sottovalutare.

Questo tipo di tosse corrisponde spesso a una tosse rauca e profonda, alcuni esperti l’hanno paragonata a una foca. Nel corso del tempo, potrebbe diventare irritante per la laringe e per questa ragione è importante riconoscere i sintomi per intervenire subito.

Tosse abbaiante
Attenzione alla tosse abbaiante – machedavvero.it

La tosse abbaiante tende a colpire nel tempo le vie aeree dei neonati e dei bambini piccoli. All’inizio i sintomi sono più che altro simili al raffreddore, tra cui naso che cola, febbre e una leggera tosse che appare non preoccupante. Ma i sintomi possono cambiare nel corso dei giorni e dopo poco la malattia si sposta dal naso ai polmoni. In alcuni casi è importante contattare il pediatra per evitare peggioramenti.

LEGGI ANCHE -> Attacchi di raffreddore e tosse nelle ore notturne? 4 motivi scientifici spiegano perchè succede e a cosa fare attenzione

Tosse abbaiante nei bambini: i sintomi

La Johns Hopkins Medicine ha spiegato che i sintomi nei bambini che hanno la tosse abbaiante potrebbero sembrare più lievi al mattino, ma potrebbero peggiorare nel corso della giornata. La notte addirittura potrebbero esserci dei problemi a risposare, impedendo ai più piccoli di dormire bene.

Tosse abbaiante: sintomi
I sintomi della tosse abbaiante – machedavvero.it

Il Servizio Sanitario Nazionale ha indicato quali sono quei sintomi che dovrebbero essere un campanello d’allarme per i genitori. Il primo è la voce rauca, poi la respirazione difficoltosa e un suono acuto e stridulo durante l’inspirazione, il cosiddetto stridore. I medici hanno poi indicato il fatto che i sintomi vanno via dai 3 ai 7 giorni.

Bisogna preoccuparsi quando i problemi di respirazione si fanno più intensi, in questo caso è necessario contattare il medico pediatra per un consulto e capire se è il caso di intervenire farmacologicamente. Nella maggior parte dei casi, la tosse è causata da virus come il virus parainfluenzale, che tende ad essere il colpevole più comune; ma anche il virus respiratorio sinciziale, il virus dell’influenza, adenovirus ed enterovirus.

LEGGI ANCHE -> Sciroppo fai-da-te contro la tosse: bastano pochi ingredienti per sconfiggere i malanni di stagione

I bambini potrebbero sperimentare una lieve infezione respiratoria prima che il virus causi la tosse. In genere, i bambini sono più colpiti dalla tosse perché le loro vie aeree sono più piccole rispetto a quelle degli adulti. Tuttavia, anche quest’ultimi sono soggetti a contrarre l’influenza e possono stare male.

Impostazioni privacy