Fiammiferi nelle piante, è una buona idea? Cosa sapere del trucco che sta spopolando

Pubblicato il giorno

da Giovanni Cristiano

nella categoria: Lifestyle

Si sta diffondendo sempre più il trucco dei fiammiferi nei vasi delle piante, ma è una buona idea? Cosa sapere per evitare problemi.

La primavera ha fatto il suo ingresso in scena e con lei è arrivato il momento del risveglio delle piante e della nascita dei fiori. Le persone che hanno piante nel giardino o in terrazzo sanno che questo momento è ideale per fornire un certo tipo di attenzione.

Fiammiferi piante: cosa sapere
I fiammiferi aiutano davvero le piante? – (Machedavvero.it)

Una corretta idratazione, la potatura, il nutrimento per il terreno e il rinvaso delle piante grandi vanno a garantire una fioritura assolutamente rigogliosa. Per tale ragione non sorprende che proprio in questo periodo dell’anno emergano sui social dei trucchetti che catturano l’attenzione degli utenti.

Uno di questi “consigli” riguarda l’opportunità di trasformare dei normali fiammiferi in fertilizzanti per le piante e repellenti contro gli insetti, ma la soluzione proposta è corretta? Scopriamo cosa sapere.

LEGGI ANCHE -> Tarme in casa, sbarazzatene con queste piante: non saranno più un problema

Il trucco dei fiammiferi nelle piante funziona davvero? Ecco la verità

I fiammiferi sono dei semplici bastoncini di legno con un’estremità ricoperta di sostanze infiammabili capace di accendersi tramite l’attrito. La presenza di cera (paraffina), sulla “testa” consente ai composti chimici di restare innocui fino al momento dello sfregamento, che si realizza contro uno strato abrasivo.

fiammiferi piante fertilizzante insetti
Cosa sapere del metodo dei fiammiferi nei vasi delle piante – (Machedavvero.it)

L’idea che si è diffusa di recente è di infilare i fiammiferi nel terreno in modo che vadano a rilasciare le sostanze chimiche presenti, fornendo nutrimento al vegetale. Alcuni utenti propongono di lasciare alcuni fiammiferi in acqua in infusione affinché rilascino nel liquido le sostanze a cui si legano, andando poi ad utilizzare la stessa acqua per le piante.

LEGGI ANCHE -> Scorta di emergenza: cosa non può mancare nel kit di sopravvivenza

Per quanto la procedura è semplicissima, le indicazioni fornite non hanno alcun fondamento scientifico e non ci sono prove inerenti sul fatto che i fiammiferi possano donare reali benefici alle piante. Inoltre, si dovrebbe riempire il vaso di fiammiferi per sperare in un miglioramento reale perché le concentrazioni di composti chimici sono a dir poco irrisorie.

Lo stesso discorso vale anche per i fiammiferi usati contro i piccoli insetti. Anche qui non ci sono fondamenti scientifici che attestano l’efficacia di tale rimedio, ma solo un’idea circolata sui social che, però, non deve essere seguita per evitare di causare problemi alle piante.

Impostazioni privacy