Modello 730, attenzione a queste detrazioni: sono spesso sottovalutate

Pubblicato il giorno

da Giovanni Cristiano

nella categoria: News

Nel modello 730 spesso vengono messe da parte delle spese molto comuni: ecco cosa sapere per inserirle nella dichiarazione.

Il modello 730 per la dichiarazione dei redditi di lavoratori dipendenti e pensionati consente di ottenere rapidamente il rimborso Irpef delle spese agevolabili. In questo discorso entrano in campo diverse spese, con alcune non sempre considerate con la giusta attenzione.

modello 730 detrazioni sottovalutate
Alcune spese non vengono inserite nel modello 730 – (Machedavvero.it)

Nel 730 è consentito indicare tutte le spese che conducono ad ottenere sconti d’imposta. All’interno delle spese agevolabili direttamente in busta paga o nel cedolino pensionistico ci sono anche quelle mediche e sanitarie. Per questo motivo che è utile conoscere come procedere quando si parla di spese mediche e sanitarie: facciamo chiarezza.

LEGGI ANCHE -> Si possono detrarre le spese pagate con PayPal? La risposta la conoscono in pochi

Spese mediche e sanitarie nel modello 730: come inserirle

All’interno del quadro E devono essere indicate le spese realizzate nell’anno d’imposta precedente che danno diritto alla detrazione. Tra queste ci sono le spese mediche, su cui si applica la detrazione Irpef del 19% sulla parte di spese che superano 129,11 euro (franchigia).

Spese mediche: come inserirle modello 730
Come inserire le spese sanitarie nel modello 730 – (Machedavvero.it)

Per ottenere la detrazione sulle spese sanitarie inerenti l’acquisto di medicinali bisogna avere la fattura o lo scontrino fiscale in cui devono specificare la quantità di prodotti acquistati, la natura, il codice alfanumerico identificativo del farmaco e il codice fiscale del destinatario. Lo stesso discorso vale anche se si parla di certificati medici per usi sportivi, per la patente, per l’apertura e chiusura di malattie o infortuni, per pratiche assicurative e legali dove occorre conservare la ricevuta fiscale o la fattura fornita dal medico.

LEGGI ANCHE -> Spese sanitarie detraibili 2024: fai attenzione a come paghi

Nel modello 730 va indicato anche l’importo delle spese sostenute per persone con disabilità e, in particolare, per i mezzi necessari all’accompagnamento e per i sussidi tecnici e informatici. In questo caso la detrazione del 19% si riferisce all’intera cifra. Le persone con disabilità possono procedere anche con un’autocertificazione.

Per i sussidi tecnici e informatici, oltre alle fatture, bisogna conservare le ricevute intestate alla persona con disabilità o al familiare a cui la persone risulta a carico fiscalmente e la certificazione del medico curante che evidenzia la necessità del sussidio per facilitare l’autosufficienza e la possibilità di integrazione della persona con certificazione d’invalidità ai sensi dell’art. 3 della Legge n. 104/1992. In alternativa si può procedere con una prescrizione autorizzativa rilasciata dal medico dell’azienda sanitaria locale.

Impostazioni privacy