Pensioni INPS pagate all’estero, cambia tutto: le novità sugli accrediti

Pubblicato il giorno

da Isabella Insolia

nella categoria: News

Ci saranno delle modifiche per quanto riguarda le pensioni INPS pagate all’estero. Ci sono diverse novità che riguardano gli accrediti: ecco che cosa sapere.

Sono ormai molti anni che l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale paga pensioni all’estero agli ex lavoratori. Un servizio che porta avanti in circa 160 paesi, tanto che le pensioni estere rappresentano circa il 2,3% del totale degli accrediti erogati.

Pensioni INPS estero: cambia tutto
Cambiano le pensioni all’estero, tante novità in arrivo – machedavvero.it

Le pensioni INPS sono sempre pagate a chi abita all’estero, dove l’istituto eroga gli accrediti sia in regime nazionale che in regime internazionale. Quindi sia quelle liquidate sulla base di soli periodi assicurativi in Italia, che liquidati totalizzando i periodi assicurativi maturali nel nostro paese ma anche negli altri paesi.

Una delle ultime novità è che l‘INPS ha eliminato la modalità di pagamento tramite assegno. Una decisione arrivata dietro al fatto che questa modalità porta alcuni ritardi e problemi di spedizione che potrebbero compromettere i versamenti e la loro regolarità.

LEGGI ANCHE -> Pensioni, come cambiano con l’addizionale Irpef 2024: previste riduzioni dei trattamenti, ecco dove

Pensioni INPS pagate all’estero: stop agli assegni, come funziona

L’INPS ha reso noto che la modalità di pagamento con gli assegni per le pensioni INPS all’estero non saranno più concesse, tranne in casi eccezionali. È stata disposta l’interruzione per i pensionati che risiedono in Belgio, Austria, Australia e Tunisia.

Pensioni INPS estero: come funziona
Stop agli assegni pensionistici a chi vive all’estero – machedavvero.it

L’INPS, inoltre, ha avviato una campagna per informare i pensionati residenti all’estero, invitandoli a fornire dati necessari per fornire dei canali alternativi di pagamento. In poche parole, i pensionati devono comunicare i dati bancari per procedere con il pagamento con la nuova modalità, almeno quelli che fino a questo momento si sono visti erogare gli accrediti tramite assegno.

Ad essere incaricato alla gestione finanziaria delle pensioni all’estero è Citibank N.A. che prevede due modalità di pagamento: accredito su conto corrente bancario intestato ai pensionatiin contanti tramite lo sportello Citibank, che di solito è Western Union.

LEGGI ANCHE -> Aumentano le pensioni: questi contribuenti stanno per ricevere una pioggia di soldi

È bene specificare che tutte le novità riguardano tutti i paesi europei, mentre l’interruzione degli assegni è stata già effettuata per i pensionati che abitano in Australia e Austria, così come in Belgio e Tunisia. Nei prossimi mesi, come è stato già comunicato, le modifiche interesseranno tutti gli altri paesi europei, quindi Francia, Regno Unito, Germania, Spagna e tutte le altre nazioni.

Impostazioni privacy