Virus nei file PDF, attenzione a ciò che apri: così ti rubano i dati e svuotano il conto corrente

Pubblicato il giorno

da Isabella Insolia

nella categoria: News

Fare molta attenzione ai virus che si trovano nei file PDF. Gli utenti che li aprono rischiano di vedersi rubare i dati e svuotare il conto corrente: ecco come agiscono i criminali.

L’obiettivo dei criminali informatici è distribuire i propri virus o trojan sul maggior numero possibile di computer o telefoni cellulari. Ciò è possibile in due modi: attraverso l’ingegneria sociale e infettando un sistema all’insaputa dell’utente.

Truffa file pdf: rubano dati
La truffa dei file PDF (Credit foto Canva) – machedavvero.it

I metodi realizzati dai truffatori vengono spesso usati contemporaneamente e includono processi che consentono loro di aggirare il più possibile i programmi antivirus. Proprio per questo motivo non si vedono arrivare. Una delle nuove truffe che stanno minacciando il web è quella attraverso i virus nei file PDF che permettono ai criminali di rubare i dati delle vittime. È una nuova tecnica che sta mettendo in pericolo i dispositivi di milioni di utenti.

LEGGI ANCHE -> Rete Wi-Fi, attenzione a condividerla: privacy e sicurezza a rischio

Come riconoscere e proteggersi dai virus nei file PDF

Durante l’attività promozionale dell’e-commerce Hot Sale, sta circolando un metodo di attacco informatico che usa dei file PDF per distribuire malware. È una minaccia che infetta i dispositivi con l’obiettivo di rubare i dati personali degli utenti e informazioni bancarie che consentono loro di accedere ai servizi bancari elettronici per svuotare i conti.

Truffa file PDF: come riconoscerla
La nuova truffa per email (Credit foto Canva) – machedavvero.it

Si tratta di file apparentemente innocui che riescono a distribuire i virus attraverso dei codici dannosi nascosti che vengono attivati una volta che l’utente apre queste pagine. È un attacco che sfrutta la vulnerabilità di alcuni programmi con cui vengono eseguiti. I PDF con virus vengono inviati tramite e-mail, messaggi diretti o promozioni con titoli che incoraggiano le persone a fare clic e vedere di che cosa si tratta.

All’apertura del file PDF, il malware si insinua nel dispositivo senza che l’utente se ne accorga. Questo virus può essere un cavallo di Troia, un keylogger o qualsiasi altro tipo di software dannoso progettato per rubare informazioni. A seconda del tipo di malware, potrebbe acquisire informazioni riservate dell’utente: password, dettagli bancari, numeri di carta di credito e qualsiasi altro dato sensibile.

LEGGI ANCHE -> Pericolo malware, come difendersi: possono distruggere il tuo computer e svuotare il conto corrente

Il suggerimento è sempre quello di fare tutto ciò che permette una più completa sicurezza informatica per impedire a questo virus di infettare i dispositivi. La prima cosa da fare è prestare attenzione ai file PDF allegati alle e-mail o messaggi non richiesti. Necessario essere sospettosi sempre dei collegamenti esterni alle e-mail, così come aggiornare il proprio antivirus e sistema operativo.

Impostazioni privacy