Non buttare le vecchie t-shirt, trasformale in stracci perfetti per le pulizie con questo trucco

Pubblicato il giorno

da Isabella Insolia

nella categoria: Lifestyle

È uno sbaglio buttare le vecchie t-shirt, possono essere riciclate e trasformate in perfetti stracci per le pulizie: ecco il trucco da fare.

Gettare gli indumenti che non si usano più è la soluzione più semplice e pratica da adottare. Tuttavia, il suggerimento è sempre quello di procedere con il riciclo sostenibile per aiutare l’ambiente e per risparmiare soldi sull’acquisto di altri prodotti.

Vecchie t-shirt fare stracci
Non buttare le magliette vecchie – machedavvero.it

A volte cambiano i gusti o compaiono macchie inspiegabili e indelebili sul capo, tanto che la tentazione di prendere le vecchie t-shirt e buttarle via è tanta. Gli esperti e gli ambientalisti però suggeriscono un trucchetto efficace per evitare di contribuire all’inquinamento ambientale e dare una seconda vita all’indumento estivo per eccellenza.

Invece che buttarle via, la soluzione ideale è sempre quella di riciclare le magliette che non si usano più. A tal proposito, infatti, sono stati dati 6 consigli su come trasformare le t-shirt e farle diventare degli stracci, si tratta di un processo pratico e semplice, fattibile per tutti i consumatori.

LEGGI ANCHE -> Come riciclare l’acqua del condizionatore? Questo metodo salva anche l’ambiente

Come riciclare le vecchie t-shirt in stracci

La prima cosa fa fare per realizzare degli utilissimi stracci con le vecchie t-shirt è quella di lavare le magliette nel caso in cui dovessero essere sporche così da assicurarsi che siano pulite e igienizzate prima di iniziare. In seguito stendere il capo su una superficie piana e con le forbici tagliare le maniche facendo attenzione di farlo lungo la cucitura.

Vecchie t-shirt come riciclarle
Il procedimento per fare gli stracci con le t-shirt – machedavvero.it

Il terzo passaggio da fare è tagliare il colletto della maglietta, sempre seguendo la linea della cucitura della t-shirt; lo stesso vale per quando bisogna procedere con il taglio laterale, in cui bisognerà separare la parte posteriore da quella anteriore, in questo modo si avrà a disposizione due pezzi di stoffa a forma rettangolare.

In seguito, bisognerà prendere ogni pezzo rettangolare e tagliarlo in strisce o quadrati, c’è massima libertà in base alla dimensione che si desidera avere degli stracci. Tra le misure più utilizzate c’è 30×30 cm, quindi ci si può adattare a questa grandezza per chi ha dubbi. L’ultimo consiglio, il quale è per lo più opzionale, è quello di realizzare le finiture affinché i bordi siano più resistenti.

LEGGI ANCHE -> Ami riciclare? Per te in arrivo il bonus contro l’usa e getta

Quando si decide di prendere le vecchie magliette e realizzare degli stracci è importante osservare lo spessore e il tessuto, magari favorendo le t-shirt in cotone che sono più spesse  e quindi tendono ad assorbire di più e avere una durata e resistenza maggiore durante le pulizie.

Impostazioni privacy