Tre palline di carta stagnola in lavatrice risolvono un grande problema: lo farai sempre

Pubblicato il giorno

da Giovanni Cristiano

nella categoria: Lifestyle

Tre palline di foglie di alluminio in lavatrice forniscono un risultato inaspettato. In poco tempo risolto un grande problema.

Le faccende domestiche possono palesare qualche problema che ostacola l’attività di riferimento. In genere non sono amatissime perché tolgono tempo ed energia, discorso che si fa più complesso se emerge qualche problema.

palline carta alluminio lavatrice
Tre palline di carta stagnola risolvono un problema della lavatrice – (Machedavvero.it)

Negli ultimi anni si sono sempre più diffusi sulle varie piattaforme web delle piccole strategie che forniscono un aiuto nell’ambito della pulizia. Di recente sta spopolando la tendenza del “ritorno ai metodi della nonna” che mette in luce i metodi naturali con ingredienti altrettanto naturali.

Solitamente sono metodi che chiamano in causa prodotti già presenti in casa e che si utilizzano in cucina, come aceto, bicarbonato e percarbonato. Questa nuova modalità permette di risparmiare e allo stesso tempo non incidere negativamente sull’ambiente. Tra questi spicca uno che risolve un grande problema della lavatrice: scopriamolo insieme.

LEGGI ANCHE -> Non fare mai questi errore con la lavatrice, rischi di buttarla via anche se è nuova

Cosa succede al bucato con l’inserimento di tre palline di alluminio

I classici consigli della nonna risultano ancora oggi molto utili per la risoluzione di piccoli problemi della vita quotidiana. In pochi però immaginano che un foglio di alluminio, sempre presente nelle cucine, possa diventare un alleato per il bucato. Fare ricorso a questo elemento permette di eliminare l’elettricità statica che rende i vestiti appiccicosi dopo il lavaggio.

foglio alluminio bucato elettricità statica
L’alluminio nel bucato serve ad eliminare l’elettricità statica che si accumula sui vestiti – (Machedavvero.it)

La presenza di elettricità statica sui vestiti è comune e rappresenta un problema da non sottovalutare. Le cariche elettriche si accumulano sui tessuti, specialmente quelli sintetici, causando delle scaricare fastidiose e rendendo complicata la gestione del bucato. Tale fenomeno si aggrava a causa dello sfregamento dei tessuti durante il ciclo di lavaggio e può essere problematico per i tessuti delicati come la lana.

LEGGI ANCHE -> Il segreto della carta stagnola nel congelatore: ti fa risparmiare tanti soldi sulla bolletta della luce

Inserire la carta stagnola nel cestello della lavatrice fornisce un grande aiuto. Le palline funzionano come conduttori che vanno a neutralizzare le cariche elettriche e in questo modo i vestiti non si elettrizzano. Il risultato finale regala dei capi più morbidi e che non si consumano lavaggio dopo lavaggio.

Utilizzare questa tecnica è semplice dato che basta formare tre palline di media grandezza con il foglio di alluminio, andandole ad inserire insieme al bucato prima di avviare il lavaggio. La dimensione e il numero delle palline possono variare in base al carico di biancheria. Inoltre, l’alluminio può essere anche riutilizzato, fornendo un’opzione ecologica ed economica.

Impostazioni privacy