Assicurazione auto, conviene la formula mensile? La risposta toglie ogni dubbio

Pubblicato il giorno

da Giovanni Cristiano

nella categoria: News

Quanto conviene la formula mensile dell’assicurazione auto? I diversi elementi da valutare forniscono una risposta chiara.

Le polizze auto rappresentano un serio problema per gli automobilisti a seguito di costi sempre più alti. Facendo attenzione su alcuni elementi, però, si può risparmiare e sottoscrivere una RC auto che rispetta le proprie esigenze.

assicurazione auto formula mensile
Conviene la formula mensile per l’assicurazione auto? – (Machedavvero.it)

Quando si parla di assicurazione auto bisogna sapere che i costi, alla fine, non sono sempre gli stessi. Le differenze sono presenti e per questo bisogna essere in grado di trovarle, per arrivare al risparmio auspicato.

Oltre al noto confronto tra offerte ci sono altri spunti da conoscere per evitare di sottoscrivere un’assicurazione auto onerosa. Cerchiamo, quindi, di fare chiarezza sugli elementi da conoscere e valutare per una RC auto sostenibile dal punto di vista economico.

LEGGI ANCHE -> Assicurazione online, attenzione ai siti truffa: da questi devi stare alla larga

Come risparmiare sull’assicurazione auto: gli elementi da conoscere

I prodotti offerti dalle compagnie assicurative sono in continua e costante evoluzione, soprattutto sul piano dei costi. Per questo motivo è fondamentale non solo valutare le offerte in corso ma anche altri elementi non sempre conosciuti dagli automobilisti.

Assicurazione auto: come risparmiare
Gli elementi da conoscere per risparmiare sulla polizza auto – (Machedavvero.it)

Il primo elemento da conoscere, prima di sottoscrivere una polizza, è quello in cui si sottopone il mezzo ad un’ispezione preventiva a carico della compagnia assicuratrice. In questo modo si potrà ricevere una riduzione sull’importo da sostenere.

LEGGI ANCHE -> Aumenti assicurazione auto, arriva la stangata per gli automobilisti

Grande attenzione anche verso le garanzie accessorie, che vanno esaminate una per una per verificare se sono necessarie per la propria situazione e quale costo manifestano. Al termine della verifica, quando si inserisce la classe di merito per il preventivo finale, può essere utile immettere quella universale, uguale per tutte le compagnie.

Da ricordare che non tutte le offerte vantaggiose sono le più adatte alle proprie esigenze. Per questo motivo bisogna valutare attentamente costi e benefici: vincoli contrattuali, spese di recesso e opzioni obbligatorie possono essere ignorate in fase di sottoscrizione ed emergere al primo pagamento utile. Quanto al pagamento, è sempre più conveniente quello annuale.

Infine, meglio sottoscrivere un contratto in cui la disdetta non conduce ad alcuna penale. La legge ha introdotto anche il diritto di disdire il contratto in via telematica, senza dover ricorrere alla raccomandata per posta. Questa flessibilità consente agli automobilisti di poter approfittare velocemente delle promozioni che emergono sul mercato delle polizze.

Impostazioni privacy