Malattia cardiaca, questo sintomo mattutino è un segnale d’allarme

Pubblicato il giorno

da Isabella Insolia

nella categoria: Lifestyle

Fare attenzione a un segnale che compare spesso la mattina e che potrebbe far presagire una malattia cardiaca: ecco che cosa fare.

Le malattie cardiovascolari sono la principale causa di morte in tutto il mondo. Possono colpire il cuore o i vasi sanguigni che lo alimentano, ma anche la rete di arterie e vene che si trova nel cervello o nel corpo. Diversi fattori incidono sulla patologia come l’età e lo stile di vita, ma c’è un piccolo segnale da non sottovalutare.

Malattia cardiaca: segnale mattina
Il segnale di una possibile malattia cardiaca – machedavvero.it

È stato rivelato che il numero delle persone che soffrono di una malattia cardiaca è destinato a salire nel corso degli anni. Pertanto, individuare e riconoscere eventuali segnali di allarme è di vitale importanza. Uno studio recente ha scoperto che un piccolo cambiamento nel modo in cui battere il cuore al mattino potrebbe essere un segnale di una patologia preoccupante, per questo non andrebbe sottovalutare.

LEGGI ANCHE -> Bere questa bevanda allunga la vita, lo rivelano gli esperti: non si può farne a meno

Malattia cardiaca: il segnale da riconoscere al mattino

È risaputo come i segni più noti di un problema cardiaco includono la mancanza di respiro e il dolore al torace. Tuttavia, una nuova ricerca ha rivelato un segnale di allarme, si tratta di un sintomo che si manifesta al mattino. Lo studio pubblicato sulla rivista specializzata Circulation Research, ha spiegato che le aritmie cardiache sono più comuni subito dopo il risveglio.

Malattia cardiaca: segnale pericoloso
Le aritmie cardiache compaiono la mattina – machedavvero.it

Quando si parla di aritmia cardiaca ci si riferisce sempre a un ritmo cardiaco anomalo, che in genere significa che il cuore batte troppo velocemente, troppo lentamente o in modo regolare. Questa condizione è riconoscibile attraverso diversi sintomi come le palpitazioni, le vertigini, il sentirsi in black out, la mancanza di respiro, il fastidio al petto e il sentirsi stanchi.

Le aritmie, inoltre, possono essere generata da una condizione di salute di base pericolosa come la presenza di una malattia coronarica, una insufficienza cardiaca, una cardiomiopatia o, in casi più gravi, un infarto. Tuttavia, possono anche essere collegati a qualcosa di meno grave come una semplice malattia virale, l’alcol, la caffeina o l’uso di un farmaco.

LEGGI ANCHE -> Vita sedentaria: quanto è diffusa e quali sono i rischi per la salute

Tali aritmie non vanno sottovalutare perché potrebbero anche colpire in qualsiasi momento e innescare una vera e propria emergenza medica come l’arresto cardiaco. Secondo la ricerca, questi disturbi sono collegati all’aumento naturale dell’ormone dello stress cortisolo, che raggiunge il picco nel nostro sangue al mattino presto. Il suggerimento è quello di contattare il proprio medico curante alla presenza di uno dei sintomi.

Impostazioni privacy