Il mio vicino può installare uno spioncino digitale senza consenso? Questo è ciò che dice la legge

Pubblicato il giorno

da Giovanni Cristiano

nella categoria: News

Il vicino di casa può installare uno spioncino digitale senza consenso? La risposta definitiva arriva dalla legge.

La tecnologia ha compiuto degli enormi passi in avanti anche nell’ambito della sicurezza domestica. Sono diversi oggi i dispositivi che riescono a fornire un certo risultato, tra cui lo spioncino digitale.

vicino installare spioncino senza consenso
Il vicino può installare uno spioncino digitale senza consenso? – (Machedavvero.it)

Lo spioncino digitale fa sorgere diversi interrogativi dato che si tratta di una vera e propria telecamera, in grado di filmare qualsiasi movimento all’interno del pianerottolo. Per tale ragione è assolutamente necessario sapere se l’installazione può avvenire senza alcun tipo di consenso. Questo perché intaccare la privacy altrui può generare delle pesanti conseguenze: vediamo cosa dice la legge.

LEGGI ANCHE -> Hai sospetti che il tuo vicino ti ruba il Wi-Fi? Con questo metodo lo smascheri

Si può installare lo spioncino digitale senza consenso? La precisazione del Garante

Installare uno spioncino digitale nella porta della propria casa è legale e non richiede alcuna autorizzazione o avvisi specifici. Non c’è alcuna differenza infatti tra uno spioncino classico e quello digitale se quest’ultimo non supera la normale angolatura che ha l’occhiello tradizionale.

cosa dice legge installazione spioncino digitale
L’installazione dello spioncino digitale deve avvenire seguendo determinate regole – (Machedavvero.it)

La situazione cambia se le immagini vengono registrate e memorizzate. In questo caso si potrebbe rientrare nel reato di interferenza illecita nella vita privata. Installare uno spioncino che supera la visuale di quello classico fa emergere una potenziale lesione della riservatezza.

LEGGI ANCHE -> Parcheggio auto in condominio, attenzione al tempo dello stallo: c’è un limite da rispettare

Il Garante stabilisce che quando l’installazione dello spioncino digitale, così come gli altri sistemi di videosorveglianza, viene eseguita da persone fisiche per fini personali e le immagini non vengono diffuse non si applicano le regole previste dal Codice della privacy. Si richiede solo che il sistema sia installato in modo tale che l’obiettivo della telecamera riprenda solo lo spazio privato e non l’intero pianerottolo.

L’angolo di ripresa non può mai finire sullo spazio comune come scale, ascensore, cortile, garage e pianerottolo o sulla proprietà del vicino, anche se le immagini non vengono registrate. Inoltre, il proprietario deve posizionare la telecamera in modo che non riprenda i volti delle persone che transitano fuori dalla sua porta e, in generale, parti non raggiungibili agilmente.

Per quanto riguarda l’installazione di uno spioncino che riprende parti comuni, il condominio deve ricevere l’autorizzazione dall’assemblea e deve ottenere il consenso dagli altri condomini.

Impostazioni privacy